Europa League, I numeri (fin qui) del Barcellona

I numeri non esaltanti della prossima avversaria in Europa League del Napoli

Sarà ancora una volta il Barcellona l’avversaria del Napoli in Europa. I blaugrana stanno  vivendo la peggior stagione degli ultimi 20 anni, fatta di pochissime luci e tantissime ombre. La squadra della catalogna ha già visto un primo avvicendamento in panchina, con una gloria recente come Xavi, prendere il posto di una gloria del passato come Koeman.

Il Barcellona, orfano di quel Lionel Messi che negli anni è stato leader e trascinatore della squadra, ha dimostrato una fragilità difensiva e una sterilità nel possesso palla che lo rendono avversario assolutamente abbordabile.

KOEMAN

Durata appena 14 mesi (67 partite con 40 vittorie, 11 pareggi e 16 sconfitte, 141 gol fatti e 77 subiti) la gestione di Ronald Koeman si è chiusa il 28 Ottobre di quest’anno. Il tecnico olandese è riuscito a portare a casa una Copa del Rey, vedendosi scappare all’ultimo la vittoria dello scorso campionato e pure la Supercoppa di Spagna contro l’Athletic Bilbao. Le delusioni più cocenti, tuttavia, sono arrivate proprio in questa stagione, con le pesanti sconfitte in Champions League contro Bayern (0-3), Benfica (3-0) e appena 5 successi in 13 gare stagionali.

XAVI

A sostituire Koeman è stato chiamato Xavi Hernandez, un altro che, a Barcellona, ha vinto tutto da giocatore. Oltre al grande entusiasmo però, l’allenatore spagnolo non è riuscito a portare altro fino ad ora. I risultati della sua squadra sono ancora al di sotto delle aspettative infatti, in 6 partite, il Barcellona ha raccolto appena 2 vittorie in Campionato (con Espanyol e Villarreal), 2 pareggi (con Osasuna in Liga e Benfica in Champions League) e 2 sconfitte (con Betis in Liga e Bayern Monaco in Champions League). Sono appena 6 i gol segnati dalla squadra blaugrana in queste 6 partite, mentre sono 7 i gol subiti. 

Sicuramente il Barcellona non è più quel macchinario perfetto che eravamo abituati a veder dominare i campi di tutta Europa, ma attenzione a dare per scontata la vittoria. Al match di Europa League mancano ancora diversi mesi, nella quale, Xavi potrebbe riuscire a trovare una soluzione a tutti i problemi della sua squadra. In tutti i casi, il Napoli, sembra assolutamente capace di giocarsi la partita a viso aperto con il Barcellona, con il rispetto dovuto ad una nobile ( al momento decaduta) del calcio europeo.

ti potrebbe interessare

le più lette