Venezia-Napoli, la probabile formazione: dubbio fra i pali, Osimhen torna dal 1′

La probabile formazione azzurra

Il Napoli cerca il successo esterno per tenere l’alta classifica, dopo la fine del calciomercato invernale, contro il Venezia.

DIFESA – Ospina è tornato dalla Colombia, e potrebbe scalzare Meret fra i titolari: Spalletti potrebbe non rischiare il colombiano e favorire l’italiano, che tanto bene ha fatto nelle ultime uscite. Difesa consolidata, quella azzurra, con Di Lorenzo e Mario Rui sugli esterni e Rrahmani e Juan Jesus centralmente, aspettando Koulibaly ancora impegnato nella Coppa d’Africa, in finale contro l’Egitto.

CENTROCAMPO – Un lungo periodo di riposo per gli azzurri, che per due settimane hanno potuto lavorare eliminando le scorie fisiche accumulate durante questi mesi. Spalletti potrebbe confermare il centrocampo a due composto da Fabian Ruiz e Stanislav Lobotka, con Demme possibile soluzione a gara in corso. Il Napoli aspetta il ritorno di Anguissa, che disputerà la “finalina” contro il Burkina Faso e potrebbe tornare a disposizione per l’Inter.

ATTACCO – Come sempre, i dubbi sono in attacco: si sospettano due mesi di stop per Lozano, dopo l’infortunio alla spalla subito in Messico, al suo posto potrebbe esserci Politano sull’out destro. Zielinski confermato dietro l’unica punta, mentre Insigne sarà a sinistra, con Elmas che scalpita dopo le ottime prove contro Bologna e Salernitana. In attacco Spalletti potrebbe schierare dal primo minuto il rientrante Osimhen, con Mertens pronto a gara in corso. Ounas è recuperato e partirà per il Veneto con la squadra.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All. Spalletti

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Scelta la sestina di arbitri per Napoli-Torino: il direttore di gara sarà Massimi di Termoli. Al VAR ci sarà, invece, Valeri

Calcio, Sport

La SSC Napoli ha pubblicato il report dell’allenamento informando sulle condizioni di Matteo Politano. Rientrati in sei dalle nazionali