Stendardo: “Il Napoli deve credere assolutamente allo scudetto!”

Guglielmo Stendardo, a 'La città del pallone', ha evidenziato il suo punto di vista sulla situazione attuale, e in prospettiva, del Napoli

A ‘La città del pallone‘, il programma serale del lunedì di Radio Kiss Kiss Napoli, condotto da Valter De Maggio, Guglielmo Stendardo, ospite fisso della trasmissione, nei suoi vari interventi, ha evidenziato il suo punto di vista sulla situazione attuale, e anche in prospettiva a medio-lungo termine, del Napoli.
In successione, alcune su dichiarazioni.

NAPOLI-INTER 1-1, RISULTATO GIUSTO? – “Sì. E’ stata una partita equilibrata e non bellissima perché le occasioni sono state poche. Si sono affrontate le squadre più forti del campionato; il Milan, secondo me ha qualcosa in meno. Non credo che l’Inter abbia perso un’occasione ma che l’abbia persa il Napoli. Gli azzurri hanno fatto un grande primo tempo e, se fosse entrato il palo di Zielinski, avremmo parlato di un’altra partita. Spalletti ha fatto quello che doveva fare. L’Inter è una squadra forte e molto fisica, che si è difesa bene e non ha avuto tante occasioni. La disattenzione sul gol fortunoso di Dzeko è dovuta a Mario Rui che si è perso Lautaro Martinez“.

AFFRONTARE UNA PARTITA DI TALE IMPORTANZA – “Quando scendi in campo, pensi a vincere e a dare il massimo. Non bisogna dimenticarsi, però, degli avversari. Di fronte, c’era una squadra che, dal punto di vista fisico, è quasi insuperabile. Il Napoli ha fatto davvero una grande partita, soprattutto nel primo tempo; nel secondo tempo, però, Handanovic ha fatto due miracoli: impressionante l’intervento su Osimhen. Certo, parlare dopo la partita è facile ma si poteva fare di più. Le occasioni perse dal Napoli sono quelle partite in casa che la stanno un po’ condizionando. Spalletti, però, ha dovuto far fronte anche a tante assenze: in Coppa d’Africa, per Covid, infortuni. Il Milan, pur avendo più o meno gli stessi problemi, ha solo due punti in più“.

NAPOLI E LO SCUDETTO – “Non dobbiamo dimenticare che il Napoli ha la migliore difesa, se guardiamo, poi, al risultato finale. Il campionato non lo vince sempre chi ha il miglior attacco ma, soprattutto, chi la miglior difesa. Il Napoli continua a confermare questo dato. La classifica e i numeri parlano chiaro e schiacciano le parole. Il Napoli deve credere assolutamente allo scudetto“.

6 MARZO – “A quella data, potremo avere certamente le idee più chiare. Io credo che, tra le tre, l’Inter abbia il calendario più semplice con Sassuolo, Genoa e Salernitana. Può succedere qualche inciampo ma l’Inter, pur avendo sbagliato qualche gara, è una squadra molto forte e difficilmente ne sbaglierà altre. Noi tifosi del Napoli speriamo che sbagli e, forse, la fatiche di Champions potrebbero condizionarne le prestazioni“.

ATTACCO DEL NAPOLI CONTRO IL BARCELLONA “Io credo che Zielinski verrà confermato dietro la punta che sarà Osimhen o Mertens, se il mister vorrà far riposare il nigeriano. Sugli esterni, Insigne è ritornato quello che abbiamo apprezzato in questi anni. Ha fatto un’ottima partita, soprattutto nel primo tempo. L’unico dubbio, per me, è chi gioca a destra. Riguardo a Insigne, è migliorato rispetto alle ultime esibizioni, in cui è stato criticato. Grande, ottimo giocatore ma non un fuoriclasse”.

BLAUGRANA IN DIFFICOLTA’? – “E’ una squadra che ha perso giocatori importanti. Il Napoli, secondo me, può addirittura vincere. Se vai a Barcellona solo per difenderti, contro quelle squadre, rischi molto“.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Sarà Rosario Abisso della sezione di Palermo ad arbitrare Cremonese-Napoli, in programma domenica alle ore 18

Calcio, Sport

Khvicha Kvaratskhelia, esterno d’attacco del Napoli, ha parlato al sito Uefa dopo la vittoria per 6-1 in casa dell’Ajax