Napoli-Lazio, Calaiò: “Mertens? Se fossi in Spalletti schiererei Petagna”

Calaiò a Kissegna: "Dries non è più quello di una volta. In questo Napoli lo vedo in un ruolo da seconda punta"

Emanuele Calaiò, ex attaccante del Napoli, durante la trasmissione Kissegna, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 21 e le 23, ha parlato di Napoli a cominciare dalla recente sconfitta degli azzurri in Europa League contro lo Spartak Mosca. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Le seconde linee non sono state all’altezza della situazione. Ma qui a Kissgna lo abbiamo detto spesso: giocatori come Osimhen, Anguissa, ma anche lo stesso Koulibaly sono la spina dorsale di questa squadra. Nel momento in cui manca uno di questi si fa difficile. Petagna il primo tempo non mi è piaciuto, nel secondo tempo molto meglio. Spalletti deve correre ai ripari, anche perché a Gennaio ci sarà la Coppa d’Africa e quindi bisogna cercare di trovare già da ora soluzioni diverse”.

La delusione – “Mi aspettavo di più da Lobotka. In ritiro si parlava tanto e bene di lui, ma non sta rispettando le aspettative. Ma tornando allo Spartak, mi aspettavo di più anche da Lozano. Lo stesso Mertens mi è apparso un po’ sottotono. Elmas, a parte il goal, mi è sembrato non all’altezza della situazione. nel primo tempo, ad esempio ha fatto pochino”.

Su Napoli-Lazio – “E’ probabile che Sarri venga fischiato, ma lui cercherà di non pensarci. Sono sicuro che preparerà bene la partita perché sa i punti di forza, ma soprattutto conosce i punti deboli del Napoli. Se fossi Spalletti e se dovessi scegliere uno tra Mertens e Petagna sceglierei Petagna perché in questo momento mi garantisce più profondità. Dries non è più quello di una volta, non è più quel calciatore che abbiamo ammirato con Sarri. In questo Napoli ci vedo un Mertens in un ruolo da seconda punta. Il Napoli deve vincere perché dopo 2 sconfitte non ha alternative. Serve ritornare a vincere, ma soprattutto serve tornare a gioire insieme al pubblico del Maradona.

ti potrebbe interessare

le più lette