Katia Ancelotti: “Mio padre al Napoli per vincere, ma non è andata come previsto”

Le parole della figlia dell'ex allenatore azzurro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
ancelotti

Le parole della figlia di Carlo Ancelotti, Katia, che ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ricordando l’avventura in azzurro del padre.

NAPOLI“Era venuto a Napoli per vincere e per lui farlo lì ed invece per lui è stata una grande delusione. Le cose andavano male, ma non era una stagione da buttare. Ora tutto è al proprio posto: lui è felice lì a Madrid e il Napoli sta competendo per lo scudetto. Rapporto con Napoli? Ora sono a Madrid, ma a Napoli stavo benissimo, ho sofferto tanto quando me ne sono andata. A Napoli ho vissuto dei momenti indimenticabili e quando posso torno sempre a Napoli. Posso dire che Napoli è la mia città”.

IBRAHIMOVIC“Il rapporto fra lui e mio padre è ottimo, dai tempi di Parigi. Lo svedese è una grande persona anche se dall’esterno può sembrare molto scontroso, ma è molto umile in realtà. Ibra a Napoli con lui avrebbe fatto molto bene”.

FUTURO“Nasce come calciatore, e non lo vedo come CT. Fare il Commissario tecnico è un lavoro diverso. In futuro magari ci arriverà, ma lui al momento è un uomo da campo e quindi ha bisogno di vivere i calciatori nel quotidiano”.

ti potrebbe interessare

le più lette