Renato Zero debutta con “La Ferita”

Venerdì 8 Dicembre esce in radio il nuovo singolo di Renato Zero, "La Ferita", in contemporanea con l'album "Autoritratto (Tattica)".

Venerdì 8 Dicembre esce in radio il nuovo singolo di Renato Zero, La Ferita, in contemporanea con l’album Autoritratto (Tattica).

«Il silenzio, di questi tempi è sconsigliabile un po’ per tutti. Io non ho mai fatto nulla per incoraggiarlo. La mia produzione artistica, così tangibile, ne è la prova! Certo, ci vogliono argomentazioni valide, del buon materiale e tanta sana determinazione per sconfiggere “la pericolosa quiete della nullatenenza”. Le mie modeste opere mi hanno sfamato. È stato un coraggio irrefrenabile e perpetuo a conferirmi una salute artistica e psicofisica, senza la quale non avrei più visto l’alba… Grazie anche alla nutrita schiera di complici che si sono prodigati per rendere questa, apparentemente impossibile, impresa una piacevolissima ed avvincente traversata. Gente che fa musica come me, che parla la mia stessa lingua, che dispensa emozioni e favorisce incontri e relazioni benefiche. La musica ha un senso solo se si fa insieme ad altri! “AUTORITRATTO”, ancora una tessera di questo Zero-mosaico, ma questa volta sono io stesso a passarmi al setaccio. Io a sentire il bisogno di guardarmi dentro, a valutare la mia resistenza. Verificando di quanta autonomia sono ancora dotato e di quanta pazienza il mio amato pubblico dispone. Grazie a quanti hanno avuto l’ardire di seguirmi, di comprendere la mia “scomoda” unicità, di aiutarmi a trasformare un’adolescenza difficile in una sfida davvero esaltante. Restatemi accanto che io vi garantisco ancora: onestà e rispetto.

Godetevi questo mio nuovo lavoro che vi dedico con tutto il mio cuore! 

Renato, ancora e sempre: ZERO!»

RENATO ZERO | BIO

Renato Zero, pseudonimo di Renato Fiacchini (Roma30 settembre 1950), è un cantautore e produttore discografico italiano.

Fra i cantautori italiani più popolari e di maggior successo, nel corso della sua lunga carriera ha pubblicato 45 album, di cui 33 in studio, 7 dal vivo e 5 raccolte ufficiali. Ha scritto complessivamente più di cinquecento canzoni, nonché numerosi testi e musiche per altri interpreti. Inoltre è stato 48 settimane al primo posto della classifica italiana. È l’unico artista ad aver raggiunto il primo posto nella classifica degli album più venduti in Italia in sei decenni consecutivi.

Curiosità su Renato Zero

I fan del cantante, a inizio carriera definiti zerofolli, sono maggiormente riconosciuti con l’appellativo di sorcini. Il termine nasce nei primi anni ottanta, a Marina di Pietrasanta, quando Zero, osservando i fan che lo attorniavano coi motorini, esclamò: «Sembrano tanti sorci». Da quel momento, per analogia, è diventato “il re dei sorcini”.

Tra i molti brani dedicati a loro, il più esplicito e rappresentativo è I figli della topa del 1981 (inserito all’interno di Artide Antartide), nel quale inoltre l’artista promette ai suoi sostenitori la realizzazione di una propria versione delle Olimpiadi, ribattezzate Sorciadi, poi realmente tenutesi l’anno successivo, presso lo Stadio Eucalipti a Roma, partecipando di persona alla premiazione dei vincitori.

ti potrebbe interessare

 Nessun Posizionamento    | Musica

“Che so’ pe’ tte” è un’anteprima di grande classe e spessore, in cui c’è tutta la veracità di un’artista cresciuta nella sua città.