Biagio Antonacci, il testo di “A cena con gli dei”

Il testo della nuova canzone di Biagio Antonacci, primo estratto del suo nuovo progetto discografico del 2024.

È Antonacci a raccontare il suo nuovo singolo, una canzone potente che parla di relazioni e di consapevolezza: «A CENA CON GLI DEI è una canzone che parla di inizi, di come sia difficile lasciare andare e di quanto l’ego personale influisca sul processo di consapevolezza. Quando un rapporto finisce restiamo meravigliati. Pensiamo di aver dato il massimo e dunque chi può essere meglio di noi? Solo degli dei» come Biagio canta in “voglio comprarti un leone ma non si può fare, o non morire d’amore ma non si può fare, volevo farlo davvero”. Antonacci prosegue poi: «Quando inizia il processo della consapevolezza, che passa anche da una dolorosa solitudine come canto in “la solitudine spreca il tempo di una persona normale”, capisci che spesso le relazioni sono dei “regimi”, fatte di regole. Quando si innescano queste dinamiche qual è la naturale reazione? Spostarsi verso il confine di un rapporto che diventa un terreno minato (“Io sottomesso al regime, mi sposto verso il confine, se cado dentro le spine, se salto sopra le mine, non mi venire a cercare”.) Ormai è tardi, tu sei già a cena con gli dei»

IL TESTO

Non concepisco la domenica
Come giornata speciale
Anzi, di solito, peggiorano
Le mie condizioni umorali

Ho gli amici che mi scrivono
“Se sei da solo e non sai ancora dove andare
Noi ti aspettiamo per cena”
Io vorrei poterti portare

C’è sempre quel piccolo particolare
Avrei voluto tradirti, ma non si può fare
E ci ho provato davvero, davvero, davvero, davvero
Ho provato, ma non si può fare
Voglio comprarti un leone, ma non si può fare
O non morire d’amore, ma non si può fare
Volevo farlo davvero, davvero, davvero, davvero
Ho provato, ma non si può fare

E adesso dove sei?
A, a cena con gli dei
Cosa racconterai
Per parlare un po’ di noi?

Se ascolto musica celebre
Io non mi sento mai solo
La solitudine spreca il tempo
Di una persona normale

Io sottomesso al regime
Mi sposto verso il confine
Se cado dentro le spine, se salto sopra le mine
Non mi venire a cercare

C’è sempre quel piccolo particolare
Avrei voluto tradirti, ma non si può fare
E ci ho provato davvero, davvero, davvero, davvero
Ho provato, ma non si può fare
Voglio comprarti un leone, ma non si può fare
O non morire d’amore, ma non si può fare
Volevo farlo davvero, davvero, davvero, davvero
Ho provato, ma non si può fare

E adesso dove sei?
Cosa racconterai
Per parlare un po’ di noi?

Voglio comprarti un leone, ma non si può fare
O non morire d’amore, ma non si può fare
Volevo farlo davvero, davvero, davvero, davvero
Ho provato, ma non si può fare

E adesso dove sei?
A, a cena con gli dei
Cosa racconterai
Per parlare un po’ di noi?

ti potrebbe interessare

 Nessun Posizionamento    | Musica

Venerdì 8 Dicembre esce in radio il nuovo singolo di Renato Zero, “La Ferita”, in contemporanea con l’album “Autoritratto (Tattica)”.

 Nessun Posizionamento    | Musica

“Che so’ pe’ tte” è un’anteprima di grande classe e spessore, in cui c’è tutta la veracità di un’artista cresciuta nella sua città.