Meret: “Napoli e nazionale nel mio futuro. Sconfitte al Maradona? Non so spiegarmelo. Su Spalletti e le lacrime di Insigne…”

Alex Meret, portiere del Napoli, ha rilasciato un'intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli.

Alex Meret, portiere del Napoli, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli:

Alex Meret, portiere del Napoli

“Il goal di El Sharaawy? Ci ha fatto male, avevamo fatto una buona gara nel primo tempo, nel secondo abbiamo sofferto ma senza concedere troppo. La vittoria era ad un passo, accettiamo il verdetto e ripartiamo dal pari di domenica. L’umore dev’essere positivo perchè nonostante si sia allontanato l’obiettivo scudetto dobbiamo continuare a scendere in campo per dare il massimo. Le lacrime di Insigne non sono una resa, erano per i due punti persi e per l’obiettivo che è sfumato. Ora dobbiamo pensare a vincere ogni gara da qui alla fine. Empoli? Si va con la solita voglia. Purtroppo nelle ultime due gare abbiamo perso punti importanti, ma non possiamo abbatterci e dobbiamo tirare fuori tutte le energie che ci restano fino a fine stagione. Spalletti? Ho un normale rapporto di rispetto tra allenatore e giocatore. Mi metto a sua disposizione, provo a farmi trovare pronto. Le decisioni spettano a lui e devo rispettarle. Troppe sconfitte in casa? Non me lo so spiegare, quando giochiamo in casa c’è una grandissima atmosfera ed i tifosi sono sempre presenti. E’ un dispiacere non poter portare a casa punti davanti a loro, sono certo che non ci sia pressione. Mi auguro che questo trend negativo finisca presto perchè vogliamo regalare altre gioie ai nostri tifosi. Continuiamo a lavorare per farci trovare pronti ogni domenica e dare tutto per questa maglia che è troppo importante per noi. Osimhen? Grandissimo giocatore, deve ancora migliorare in alcuni aspetti, ma ha un potenziale enorme. Ci sta dando tanto, ma può aiutarci ancora di più perchè ha delle qualità uniche ed impressionanti. Nazionale? E’ triste non partecipare ai Mondiali, poi ho visto Italia-Macedonia davanti alla tv ed è stata una doccia fredda, ha fatto male a tutto il calcio italiano. Non dovevamo arrivare a questo punto anche perchè eravamo reduci dall’Europeo vinto. Il Napoli e la nazionale in futuro? La società sa che sto benissimo a Napoli e il mio obiettivo è quello di trovare continuità col Napoli e restare sempre nel giro nella nazionale. E’ questo il mio obiettivo per l’anno prossimo”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Luciano Spalletti in conferenza stampa ha dichiarato incedibile Kalidou Koulibaly, ed ha annunciato novità di formazione con lo Spezia

Sport>Calcio

È perfettamente riuscita l’operazione alla spalla destra a cui si è sottoposto ieri Hirving Lozano in Messico

Sport>Calcio

Victor Osimhen è stato eletto dalla Lega Serie A quale miglior calciatore under 23 del campionato italiano.

Calcio, Sport

Giovanni Galeone è intervenuto nel corso di “Radiogoal” su Kiss Kiss Napoli ed ha parlato di Napoli, Juventus e soprattutto Koulibaly