Ventura: “Nelle prossime due partite il Napoli si gioca tutto”

Giampiero Ventura ai microfoni di Radio Goal

Giampiero Ventura, in esclusiva durante la trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato della prossima giornata di Serie A e di Victor Osimhen. Di seguito le sue considerazioni:

“In queste  due partite potrebbe riaprirsi un discorso che 20 giorni fa poteva sembrare difficile. Bisogna innanzitutto vincere a Venezia dove hanno sofferto tutti e poi vincere con l’Inter. E’ evidente che il Napoli arriverà con la determinazione e la ferocia necessaria per fare bene.”

“Credo che con un girone di ritorno da giocare tutto è ancora aperto. L’Inter ha la rosa migliore, è campione d’Italia ma è pur sempre la squadra che ha sofferto con il Venezia. Il Napoli deve credere nello scudetto, ci sono tutti i presupposti per farcela. Chiaro che se l’Inter vince con Milan e Napoli è giusto che tutti si alzino in piedi ad applaudire, vorrebbe dire avere il 75% di scudetto in mano.”

“Penso che Osimhen sia centrale nel progetto Napoli. Bravissimi tutti a sostituire gli assenti. Credo che per l’allenatore sia una fortuna avere dei sostituti di così grande valore, oggi ha delle vere e proprie certezze assolute che aumentano la convinzione e la consapevolezza dell’organico a disposizione.”

ti potrebbe interessare

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

L’ex calciatore dell’Inter del triplete Diego Milito ha parlato in esclusiva a Kiss Kiss Napoli durante il match organizzato da Operazione Nostalgia

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

L’ex allenatore del Napoli ed attuale ct dell’Italia Luciano Spalletti ha lanciato un suo messaggio di ricordo dello scudetto in esclusiva a Kiss Kiss Napoli

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti è intervenuto a Kiss Kiss Napoli per parlare del Napoli dopo il pareggio di Udine

 Ultime Sport    | Calcio, Cultura, Sport

In merito a quanto accaduto durante Inter-Napoli e alla successiva decisione del giudice sportivo Juan Jesus precisa