Vaccini, il 2 maggio aprirà a Napoli l’hungar di Capodichino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Apre domenica mattina il nuovo hub vaccinale di Napoli nell’Hangar Atitech dell’aeroporto di Capodichino. Sarà il più grande hub della Campania, ha 32 box vaccinali e può arrivare a vaccinare fino a 6-8mila persone al giorno, in una convocazione condivisa tra Asl Napoli 1, Asl Napoli 2 e Asl Napoli 3.
A comunicarlo il Governatore della Campania Vincenzo De Luca durante la diretta Facebook.

L’hub vaccinale è stato dato gratuitamente dall’Atitech di Gianni Lettieri e allestito dalle Asl con lo spazio per le file di ingresso, i 14 box di accettazione, i 32 box vaccinali e l’area di attesa di sicurezza dopo la somministrazione.

Il centro vaccinale interaziendale è tra i più grandi d’Italia su una superficie di 10mila metri quadrati dell’hangar, in cui ogni giorno saranno impegnate 150 unità del personale delle tre Asl. All’esterno è stato organizzato un parcheggio gratuito di 250 posti auto per i cittadini convocati. L’hub vaccinale è stato pensato in vista dell’enorme aumento delle vaccinazioni previste da maggio: la Campania sta arrivando spesso alla media di 15.000 somministrazioni al giorno ma confida di aumentare arrivando a 30.000.

L’hub di Capodichino della città di Napoli si aggiunge a quelli della Mostra d’Oltremare, della Stazione Marittima, della Fagianeria di Capodimonte e del Museo Madre, oltre al truck dell’Asl Napoli 1 che ha cominciato in questi giorni le vaccinazioni nel quartiere Sanità e dalla prossima settimana si sposterà al quartiere di Ponticelli.

Le prime giornate di apertura saranno dedicate dall’Asl Napoli 1 alla fascia di età 50-59 anni: domenica saranno convocate 2.000 persone, lunedì 3.000 persone.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare