Uomo ucciso nel napoletano: fermato il figlio della compagna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

I carabinieri di Bacoli (Napoli) hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto – emesso dal sostituto procuratore di Napoli Giuseppe Cimmarotta – un operaio 30enne, D.I., affetto da disturbi psicotici, accusato di omicidio aggravato perché ritenuto gravemente indiziato di aver ucciso con una coltellata al petto L.C., 59enne compagno di sua madre. L’uomo si trova ora nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.

La vittima, colpita al petto da una coltellata, è stato trovato agonizzante nel tardo pomeriggio di ieri dagli uomini del 112, all’interno di un’abitazione che si trova nel centro storico di Bacoli (Napoli). L’uomo è morto durante le operazioni di rianimazione da parte del personale sanitario.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Out per infortunio Anguissa, Osimhen e Ounas. Ancora assenti Politano e Zanoli a causa della positività al Covid-19

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano La Gazzetta dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Corriere dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

Le parole del tecnico del Napoli, Spalletti, prima della Lazio