Trevisani: “La Lega ha fatto bene a non rinviare le partite”

Riccardo Trevisani ai microfoni di Radio Goal.

Riccardo Trevisani, giornalista e telecronista di Sportmediaset, durante la trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato della spinosa situazione sul rinviare o meno le partite di Serie A. Di seguito le sue considerazioni:

Per quanto riguarda il mancato rinvio delle partite di campionato Siamo oltre, come al solito si è arrivato all’ultimo momento per prendere delle decisioni importanti . Era chiarissimo già da prima della sosta natalizia che la situazione sarebbe andata in questo senso con Omicron, sarebbe stato opportuno prendere delle decisioni per decidere bene e velocemente il da farsi già diverso tempo fa. Non può arrivare oggi il nuovo protocollo della Lega. Basterebbe trovare una soluzione, che poteva tranquillamente essere quella che ha detto Marotta stamattina, cioè un discorso di organizzazione  unica, senza che uno dice A, l’altro dice B e un altro ancora dice C. In una situazione in cui la diffusione del virus porta 15 giocatori indisponibili mi sembra un buon motivo per rinviare le partite, soprattutto perché ne va della credibilità della partita stessa . La decisione della Lega di Serie A di tenere il punto a me è piaciuta molto però, perchè abbiamo visto altre situazioni di squadre con 7-8 infortunati che hanno comunque giocato le proprie partite rispettando il regolamento vigente .”

-sul possibile rinvio della partita tra la Juventus e il Napoli “Mi auguro che si giochi Juventus-Napoli. Qui non stiamo parlando di una squadra che ha problemi e le altre stanno bene, le squadre sono tutte piene di positivi. Non possiamo fare le regole in base a se ti manca il trequartista anziché il terzo portiere, altrimenti non ne usciamo più ”

Non è una cosa italiana questa. Quando c’è stata una situazione in cui rinviare si è rinviato, non si arriva la mattina stessa della partita per queste cose. Qui non stiamo parlando della salute, ricordiamoci che chi va in campo lo fa perchè sta bene.”

ti potrebbe interessare