Torino, Juric: “A Napoli dovremo essere perfetti”

Torna al “Maradona”, Ivan Juric. L’ultima volta, il suo Hellas Verona sottrasse, con una prova tatticamente perfetta, la qualificazione Champions al Napoli. Sono trascorsi pochi mesi, ma sembrano anni. Il Napoli è altra storia e Juric è l’allenatore di una squadra, il Torino, che ha subito recepito le sue idee di gioco. Il tecnico granata ha presentato, in conferenza stampa, la partita con il Napoli:

Il Napoli già nella seconda parte dello scorso campionato ha alzato il livello e adesso lo ha innalzato ulteriormente. Se li si attacca alti loro colpiscono in ripartenza e sono pericolosi nei calci da fermo. Hanno grande equilibrio e sono velocissimi, poi sanno sfruttare il palleggio. Ma il Torino deve alzare il livello per quel che riguarda i particolari. Il Napoli ha segnato quattro gol alle squadre che lo aspettavano con la linea di difesa bassa e chi li ha affrontati a viso aperto ha comunque subito. Spalletti è il top assoluto perché riesce a sfruttare tutte le potenzialità della sua squadra. Questa gara presenta tante difficoltà. Il Napoli riesce sempre a trovare il modo per segnare. Dovremo essere perfetti”.

Juric è poi tornato proprio sulla sua ultima presenza al “Maradona”:

“Non saprei cosa rispondere sull’argomento, ne abbiamo già parlato tanto in passato. Io do sempre il massimo. Napoli-Hellas Verona fu una partita come tutte le altre, l’avevo preparata esattamente come le altre“.

Focus, poi, su Belotti e Zaza:

“Sono contento per Belotti perché nella prima settimana ha lavorato a parte, ma il dolore è pian piano diminuito, mentre nella seconda ha iniziato gradualmente con il gruppo. Inizia ad essere disponibile. E’ un giocatore muscolare e fisico e ha bisogno di tempo per entrare in forma. Arriverà anche il suo contributo. Per Zaza il discorso è più o meno uguale, anche se ha avuto un altro tipo di infortunio, ma ha svolto lo stesso programma riabilitativo di Belotti. Ad ogni modo, anche lui è disponibile”.

di Diego De Luca

ti potrebbe interessare