Strinic: “Con Benitez giocavo, Sarri utilizzava sempre gli stessi. Lotta Scudetto? Al Napoli manca la mentalità vincente”

Ivan Strinic, ex giocatore del Napoli, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Kiss Kiss Napoli andata in onda durante Radio Goal.

IvanStrinic, ex giocatore del Napoli, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Kiss Kiss Napoli andata in onda durante Radio Goal:

“Il Napoli è stata una bellissima esperienza, mi prese Benitez, ho giocato tante partite e bene. Quando uscivo in giro per la città i tifosi ti trattano sempre in un bel modo. Io e Benitez siamo stati insieme poco, ma è una brava persona e un buon allenatore: mi sono trovato molto bene con lui”.

“Con l’arrivo di Sarri è cambiato tanto, mi infortunai e lui cambiava poco perché giocavano sempre gli stessi”.

“Ghoulam? Ho sempre avuto un buon rapporto con lui. Noi calciatori sappiamo che gioca chi sta meglio e chi è più pronto. Quando sono andato via lui si è infortunato ed è normale che abbia fatto fatica a riprendersi”.

“Lotta Scudetto? E’ difficile dire cosa manca al Napoli, penso che però ci sia poca mentalità vincente. Inter e Juventus hanno qualcosa in più, che è quello che poi fa la differenza”.

“Sono andato alla Sampdoria perché volevo giocare di più, c’era anche il Mondiale e ne parlai con Giuntoli”

“Buskovic? E’ un buon giocatore, gioca bene. Peccato per il Napoli che non lo ha preso”

“Napoli è una città bellissima, soprattutto i quartieri di Vomero e di Posillipo. Prima o poi tornerò in città”.

ti potrebbe interessare