Stendardo: “Non mi aspettavo la difesa a 3. Il Napoli deve lavorare sulla continuità di risultato”

Guglielmo Stendardo ai microfoni di Radio Goal

A Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato Guglielmo Stendardo, allenatore ed ex difensore che, tra le tante, ha vestito le maglie di Napoli, Lazio e Atalanta. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Cambia tanto tra una difesa a 3 e una a 4. Nella prima deve esserci una grande lavoro degli esterni perchè in fase difensiva la linea diventa a 5 e quindi cambia la copertura del campo. Io sono più propenso per la difesa a 4 perchè ti permette di sbagliare anche qualche uscita . La difesa a 3 va studiata e non è una cosa che si può improvvisare, ma non voglio dire che Spalletti ha improvvisato, avrà avuto le sue ragioni per optare per questa scelta.”

“La partita di ieri del Napoli è stata la peggior prestazione di quest’anno. Spalletti sta sicuramente facendo un ottimo lavoro ma mi aspettavo che si mettesse con una difesa a 4 a prescindere dalle assenze. Per noi è facile parlare perché non conosciamo tutti i retroscena. Il Napoli ieri non meritava neanche il pareggio. Ieri non poteva mancare la determinazione, a prescindere da tutto. In altre occasioni, il Napoli, anche in situazioni di difficoltà oggettiva, non ha mai fatto mancare l’assenza di giocatori importanti, ieri è successo.”

“Sia il Cagliari, che il Sassuolo che la Salernitana hanno dimostrato che anche squadre meno competitive, se impattano con più determinazione, possono ottenere risultati importanti anche contro squadre più forti sulla carta come Inter, Milan e Napoli. Gli azzurri devono continuare a credere nello scudetto.”

“Osimhen anche ieri è stato determinante. E’ un giocatore che attacca la profondità come nessun altro fa. Credo che il Napoli non debba più sbagliare partite come quelle con Spezia, Empoli e quella di ieri a Cagliari. La continuità farà la differenza. Mi auguro che al di là dei singoli il Napoli possa continuare questo percorso di crescita.”

ti potrebbe interessare