Spalletti: “Il Napoli è costruito per vincere tutte le partite. Contro il Venezia, sarà una partita difficilissima”

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia di Venezia-Napoli

Alla vigilia di Venezia-Napoli, valevole per la 24a giornata della Serie A, mister Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni.

MOMENTO DECISIVO DELLA STAGIONE? – “Siamo passati attraverso una tempesta perfetta e qualsiasi scenario o situazione di classifica non ci deve cambiare, Il Napoli deve fare il Napoli: è costruito per cercare di vincere qualsiasi partita. Sarebbe fondamentale avere un numero di calciatori considerevole per giocare tutte queste gare ravvicinate. Ormai si gioca tantissimo e bisogna smettere di sottolineare questo aspetto e andare in campo per cercare di vincere tutte le partite. Non bisogna andare in apnea, ma vivere il calcio in maniera tranquilla“.

SQUADRA – “L’ho vista sempre in condizione ma, se siamo costretti a giocare con gli stessi calciatori qualcuno può andare in fatica. Non conta tanto quello che abbiamo passato, ma quello che abbiamo voglia di andare ad organizzare, Sono felice che è finito il mercato. Volevo riabbracciare tutti i calciatori e c’era il dubbio che qualcuno poteva andare via. abbiamo le carte in regola per giocare questa partita difficile. Non dobbiamo cadere nel tranello nel fatto che quella di domani sia una gara di passaggio, il Venezia è una squadra forte e i nostri calciatori lo sanno“.

MERCATO – “Ho parlato con la società e abbiamo fatto un piano quello di rimanere, coerentemente, con i calciatori con i quali siamo partiti ad inizio stagione. Abbiamo avuto tante difficoltà ma, per fortuna, sono sempre riuscito a convocare una quindicina di calciatori. Ora va meglio, ma abbiamo ancora tanti giocatori indisponibili e, grazie alla nostra rosa, abbiamo la possibilità di presentarci bene a questa partita. Se non siamo lì con l’Inter è colpa di alcune partite che, mentalmente, sembravano più abbordabili, Dobbiamo fare un salto di mentalità perché quella col Venezia è una gara difficilissima“.

LE PAROLE DI NAINGGOLAN – “Radja dice sempre la verità e quello che pensa. Gli chiedo scusa per la notte prima della gara di Bergamo. Pensavo che fossero stati a giocare a carte ma stavano preparando la partita giocando a Fifa 2016 (risate, ndr)“.

ESCLUSIONE TUANZEBE DALLA LISTA UEFA – “Se mettevo dentro lui, dovevo tenere fuori un altro. La vera difficoltà di un allenatore è quella di chiamare un giocatore e spiegargli che resterà fuori, Dalla lista precedente, è uscito Manolas ed è entrato Ghoulam che, allora, era infortunato. Abbiamo tre centrali mentre, a sinistra, ci serviva un uomo in più. Dispiace tantissimo tenere fuori Tuanzebe. Ora bisogna che si curi alla schiena; si è già ambientato tantissimo, parla anche un po’ d’italiano e lo ringraziamo per il suo impegno in allenamento“.

LA CRESCITA DI RRAHMANI – “Me lo aspettavo perché, anche quando giocava Manolas, quando era chiamato in causa, si vedeva che ci sapeva fare, Doveva solo migliorare la costruzione dal basso e, ora, è diventato un leader della difesa. Anche Juan Jesus ha fatto vedere di poter avere un futuro dignitoso, è un professionista e un grande uomo“.

MESSAGGIO A KOULIBALY PER LA COPPA D’AFRICA– “Lo aspettiamo a braccia aperte dopo la finale, Il Senegal è una squadra forte e merita di vincere questo torneo. Mi avrebbe fatto piacere che Anguissa avesse sfidato in finale il Senegal, ma anche lui ha fatto un grandissimo torneo“.

CONDIZIONI DI LOZANO E OUNAS – “Per quanto riguarda Lozano, stiamo pensando di farlo rientrare per degli accertamenti e per capire le tempistiche. Ounas si sta già allenando e, la settimana prossima, sarà pronto per tornare a giocare“.

ti potrebbe interessare