Simone Bonomi: “In Inter-Juve ci fu un torto nei confronti del nostro Napoli”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Simone Bononi, allenatore ed ex collaboratore di Maurizio Sarri sulla panchina del Napoli, è intervenuto ad Highilghits in diretta su Kiss Kiss Napoli:

“Ricordo quando l’arbitro Gavillucci sospese Samp-Napoli, ma queste situazioni vorrei dimenticarle. Gesti da condannare, per carità, ma gli autori di questi cori non meritano di essere pubblicizzati. Siamo tutti uguali, dal colore della pelle alla fede calcistica. Come la maggior parte degli italiani, sto vedendo quanto di bello il Napoli stia facendo. E sono grandi cose: sta dimostrando di essere una squadra tosta e solida. Non so se Maurizio Sarri andasse ad osservare gli allenamenti di Spalletti, immagino ci sia stato un normale confronto sulle idee di gioco. Perdere uno Scudetto a 91 punti fu assurdo: è come andare al tabaccaio e vincere il Turista per Sempre. Praticamente impossibile, eppure i fatti dicono il contrario. L’albergo di Firenze? Ricordo la sera di Inter-Juve, ero arrabbiatissimo come tanti calciatori. Insigne sì, ma non solo lui. Fu la rabbia a farci crollare, oltre all’errore arbitrale che condizionò il risultato di Inter-Juve. La vivemmo come un torto nei nostri confronti. Juve-Napoli regalò ai tifosi e a noi addetti ai lavori un’emozione fortissima. Ciò che vedemmo il giorno prima della gara e anche al ritorno credo sia irripetibile. In nessun posto al mondo può accadere una cosa del genere: la carica che ci trasferirono i tifosi fu davvero unica. Non si può eguagliare il calore dei tifosi del Napoli. Faccio i complimenti a mister Spalletti: la sua carriera parla da sola, è un allenatore di altissimo livello”.

di Diego De Luca

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare