Secondigliano, drone tenta di introdurre cellulari all’interno del carcere: intercettato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Secondo tentativo, nel carcere napoletano di Secondigliano, di introdurre cellulari all’interno delle mura con un drone: questa volta gli agenti della polizia penitenziaria, si sono accorti della “consegna” poco prima che il velivolo atterrasse nell’area che si trova alle spalle dell’area detentiva.
In una busta a bordo del drone, di quelli particolarmente sofisticati, dotati di telecamere e pilotabili anche a distanza di chilometri, c’erano due smartphone di ultima generazione, ciascuno dotato di caricabatteria e cavetti.

Secondo quanto si è appreso si ipotizza che il pilota fosse sistemato tra il campo rom (che è alle spalle del carcere), tra le palazzine del complesso di edilizia popolare della “167”, oppure nei pressi del ponte dell’Asse Mediano.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Out per infortunio Anguissa, Osimhen e Ounas. Ancora assenti Politano e Zanoli a causa della positività al Covid-19

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano La Gazzetta dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Corriere dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

Le parole del tecnico del Napoli, Spalletti, prima della Lazio