Rrahmani: “Fossi italiano si parlerebbe più di me. Koulibaly? Un campione”

Il difensore parla della difesa azzurra

Arrivato a Napoli in sordina, Amir Rrahmani si è preso la difesa azzurra anche grazie all’assenza di Kalidou Koulibaly e l’addio di Kostas Manolas. Il difensore ha parlato ai microfoni de Il Roma della difesa azzurra e dei suoi compagni di reparto.

POTENZIALE – “Se fossi stato italiano avrebbero parlato tutti di me. A quanto pare la mia nazione non è famosa calcisticamente parlando. Devo impegnarmi ancora di più in modo tale da costringere la critica a seguirmi“.

JUAN JESUS“All’inizio ci siamo studiati, ma ora sappiamo come giochiamo e ci capiamo bene. Juan è esperto, gioca in Italia da dieci anni e sempre in grandi squadre“.

MANOLAS “Ci sono passato anche io, l’errore contro l’Udinese è simile a quello fatto con la Juventus alla terza. Il calcio, purtroppo, non è una scienza esatta. Non puoi mai sapere cosa potrà succedere. L’importante è rimanere sempre umili e provare a dare tutto durante gli allenamenti. Io l’ho fatto e oggi mi godo il grande momento“.

KOULIBALY “Io il suo erede? È una responsabilità grossa, lui è il leader. Ma se dovesse accadere non ci sarebbero problemi. Quando si cresce aumentano le responsabilità e quindi sono pronto. Per me sarebbe un privilegio”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Angel Torres, presidente del Getafe, è intervenuto, a microfoni spenti, in esclusiva a Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni

Calcio, Sport

Il Napoli torna in Champions e partirà dalla terza fascia. Il sorteggio sarà complicato, ma con un po’ di fortuna si potrebbe ambire ad un bel girone