Qatar 2022, Mancini dopo il pareggio contro la Svizzera: “Jorginho? Cambieremo rigorista”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Il commissario tecnico Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa dall’Olimpico dopo il match contro la Svizzera, gara finita 1-1.

Come sta Jorginho?
“E’ dispiaciuto, è chiaro. Ma questo è il calcio, gli dispiace aver fallito il rigore. Magari saremo fortunati nell’ultima gara…”

Ora si è un po’ complicata la situazione
“Complicata ma abbiamo due gol di vantaggio. Noi dobbiamo andare lì, cercare di fare la nostra partita, vincere e sperare che la Bulgaria faccia una gara speciale”.

Come si prepara una gara che si gioca su due campi?
“Noi dobbiamo giocare la nostra gara e vincere, questo dobbiamo fare. In questo momento dobbiamo recuperare energie, è stata una gara molto dura. Bisogna essere fiduciosi, anche quando le cose sembrano non andare bene possono cambiare”.

Questa squadra si diverte come prima?
“La squadra cerca sempre di fare il massimo, in alcuni momenti della stagione i giocatori fanno più fatica e i tanti infortuni ne sono una dimostrazione. Nella ripresa abbiamo ripreso in mano la gara e potevamo ribaltarla. Ci sono momenti in cui si crea tanto, altri meno, ma la squadra ha sempre avuto in pugno la partita. A me piace giocare col centravanti e che la squadra giochi bene, cosa che ha fatto già da fine primo tempo. Non era una questione di centravanti. Nel primo tempo ci ha condizionato il gol subito”.

C’era il rigore?
“Era rigore”.

Avete un vantaggio di due gol.
“Due gol sono due gol, sembrano nulla ma sono due gol… E poi chi dice che la Bulgaria non possa ottenere un risultato positivo? Noi siamo leggermente in vantaggio, ora pensiamo a vincerla in Irlanda del Nord”.

Come stanno i ragazzi?
“Sono dispiaciuti, è normale. E poi un rigore così al 90esimo, è chiaro che sono dispiaciuti ma ormai non si può fare più nulla. Noi andremo al Mondiale, di questo sono sicuro”.

Come ti spieghi l’inizio della partita?
“Noi nella prima mezz’ora siamo stati in balia dell’avversario, poi però siamo rientrati in partita e abbiamo giocato bene. Abbiamo ancora possibilità di qualificarci”.

Dove sta andando l’Italia dal punto di vista tattico?
“Le gare di Nations sono state due gare a parte, con la Spagna siamo rimasti in dieci e col Belgio abbiamo giocato bene. La nostra squadra può migliorare, stiamo inserendo anche ragazzi giovani. Poi può capitare un primo tempo come quello di stasera, però abbiamo reagito”.

Alcuni uomini chiave sono fuori condizione?
“L’ho detto già prima della partita, è un momento difficile per tutti i giocatori. Durante la stagione ci sono momenti così”.

Resterà Jorginho il rigorista di questa Nazionale?
“Non lo so, è bravo a batterli. Un po’ di difficoltà la può avere, parlerò anche con lui, probabilmente se ci ricapiterà lo cambieremo. Però lui è fondamentale per la nostra squadra, non è neanche facile battere un rigore al 90esimo, lui deve restare tranquillo”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Il dirigente sportivo a Radio Goal: “L’Europa League è diventata l’obiettivo principale delle Foxes”

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “Il Napoli con i suoi calciatori svelti può mettere in difficoltà la retroguardia degli inglesi”

Calcio, Sport

L’ex portiere a Radio Goal: “Penso che Ospina abbia poche responsabilità sui goal presi”

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “E’ ancora troppo presto per ipotizzare che scenderà in campo contro il Leicester”

Calcio, Sport

Prestigioso riconoscimento per il Responsabile Sanitario Prof. Raffaele Canonico e per Il Medico Sociale Dott. Gennaro De Luca