Procida è Capitale della Cultura 2022. Il sindaco: “Vogliamo lasciare qualcosa di buono”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Procida è ufficialmente la Capitale italiana della Cultura 2022. È stata proclamata da una giuria presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni dopo l’esame dei 10 progetti presentati dalle città che si sono candidate. La designazione si è svolta alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.
Si erano proposte: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania Lago Maggiore e Volterra.

Il sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino, è intervenuto sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando le seguenti dichiarazioni:

“Questa è una bella giornata, di tempo e di emozioni. Ora stiamo festeggiando e siamo veramente soddisfatti, dobbiamo essere all’altezza del ruolo che ci hanno dato. Vogliamo anche conservare lo stesso metodo di lavoro che abbiamo adottato in questi mesi, che ci ha portato a questo risultato. Vogliamo lasciare qualcosa di buono dopo un anno da capitale. Ci abbiamo creduto ma non ci eravamo preparati alla festa.”

“Procida capitale italiana della cultura del 2022. Sono felicissimo come napoletano e come sindaco della città metropolitana. Abbiamo sostenuto questa candidatura che la nostra splendida isola merita. Complimenti ai procidani, insieme vinceremo questa sfida fantastica”, scrive il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare