Operazione frodi carburanti: 45 misure cautelari e 71 denunciati

Dalle prime ore di questa mattina Carabinieri e Guardia di finanza stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di 45 persone nelle province di Salerno, Brescia, Napoli, Caserta, Cosenza e Taranto: le accuse sono associazione per delinquere con l’aggravante del metodo mafioso finalizzata alle frodi in materia d’accise e iva sugli olii minerali, intestazione fittizia di beni e società, e truffa ai danni dello Stato. I carabinieri del Comando provinciale di Salerno e i militari della Gdf di Salerno e Taranto stanno conducendo in tal senso un’operazione coordinata dalle direzioni distrettuali Antimafia di Potenza e Lecce ed eseguendo due ordinanze applicative di misure cautelari personali e reali emesse dai rispettivi gip. Altre 71, inoltre, le persone denunciate a piede libero nell’ambito delle stesse indagini. Le attività investigative hanno dato modo di accertare l’infiltrazione del clan dei Casalesi e del clan Cicala nel lucroso mercato degli idrocarburi nei territori del Vallo di Diano (Salerno) e del Tarantino.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Diramato il calendario ufficiale della Serie A 2022 2023, il Napoli partirà fuori casa contro il Verona poi la prima al “Maradona” col Monza

Calcio, Sport

Il Sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso, ha annunciato l’amichevole tra Napoli e Mallorca in programma il 30 luglio