O. Bianchi: “Napoli, da sessant’anni le stesse chiacchiere”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Ottavio Bianchi, ex allenatore del Napoli, ai nostri microfoni: “Ricordo il mio amico e maestro, Pesaola: questi momenti di difficoltà nella gestione del calcio a Napoli esistono da sempre. Quando i dirigenti confermano la fiducia al mister, vuol dire che l’allenatore è già fuori. Queste chiacchiere, a Napoli, esistono da 60 anni. La società è ottima: i conti giusti valgono uno Scudetto. Ma le situazioni non sono mai cambiate. Allodi combatteva proprio questo. Napoli non è una piazza facile, lo si evince dalla bacheca. Sono passati ultimamente giocatori e allenatori di primo livello. La società è sana. Eppure, i risultati sono quello che sono. Gattuso è stato preso, osannato, fino a sette giorni fa era intoccabile e adesso è messo in discussione. Il mondo è cambiato: i calciatori sono aziende in tutto e per tutto. L’Atalanta è l’unica squadra per la quale varrebbe la pena pagare il biglietto. Non è prima perchè perde qualche punto con le piccole. Vince con Liverpool ed Ajax ma lascia punti con altre. E’ una stagione anomala”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “Il Napoli con i suoi calciatori svelti può mettere in difficoltà la retroguardia degli inglesi”

Calcio, Sport

L’ex portiere a Radio Goal: “Penso che Ospina abbia poche responsabilità sui goal presi”

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “E’ ancora troppo presto per ipotizzare che scenderà in campo contro il Leicester”

Calcio, Sport

Prestigioso riconoscimento per il Responsabile Sanitario Prof. Raffaele Canonico e per Il Medico Sociale Dott. Gennaro De Luca

Calcio, Sport

Il Napoli torna in campo per allenarsi