Neonato con gravi ustioni ricoverato a Napoli: arrestati i genitori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Un bimbo, nato solo pochi giorni fa, è stato ricoverato all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli con gravissime ustioni. Entrambi i genitori sono stati arrestati con l’accusa di abbandono di minori e maltrattamenti con lesioni gravissime. Si tratta di Concetto Bocchetti e di Alessandra Terracciano, rispettivamente di 46 e 36 anni.

Il dramma familiare si è consumato a Portici, nel Napoletano.
Nel primo pomeriggio di ieri il padre del bambino ha allertato le forze dell’ordine che sono prontamente giunte sul posto. Insieme al personale del 118 sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e i vigili urbani.

La coppia, purtroppo, era già nota ai servizi sociali: in passato ai due erano stati già sottratti i primi due figli a causa dei problemi psichici della donna. Il compagno, a sua volta, non darebbe garanzie di stabilità. Proprio per questo motivo, si sospetta che non abbiamo fatto sapere della terza gravidanza, per paura che i servizi sociali sottraessero loro anche il terzo figlio. Il parto, infatti, è avvenuto in casa, all’ottavo mese di gestazione.

Al momento si sta cercando di ricostruire cosa sia esattamente successo in quella casa. Il sospetto è che sia stato fatto qualche bagno al piccolo in acqua troppo calda, o che siano stati usati detergenti aggressivi, non adatti alla pelle delicata di un neonato.

Il bimbo, quindi, è stato portato d’urgenza al Santobono, dove i medici stanno facendo di tutto per alleviare le sue sofferenze. Non sarebbe in pericolo di vita ma è ricoverato in prognosi riservata.
Il padre è ora nel carcere di Poggioreale. La madre piantonata all’ospedale del Mare.

 

 

 

 

 

 

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare