Napoli, terapia genica restituisce la vista a dieci bambini: primi in Europa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
FOTO BAMBINO OCCHIALI
Bambino occhiali – ph Getty Images

Una bellissima notizia arriva dall’Azienda ospedaliera dell’Ateneo Vanvitelli di Napoli: dieci bambini hanno recuperato la vista.

I piccoli pazienti, provenienti dal centro e dal nord Italia, sono tornati a vedere grazie alla prima terapia genica, “voretigene neparvovec” di Novartis, per distrofie retiniche ereditarie.

«I risultati che abbiamo ottenuto (allargamento del campo visivo, aumento della capacità visiva da vicino, da lontano e in condizione di scarsa luminosità) hanno un profondo valore scientifico e clinico», ha dichiarato Francesca Simonelli, professore ordinario di Oftalmologia e Direttrice della Clinica Oculistica dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

«Siamo i primi in Europa per il trattamento in età pediatrica, e i risultati ottenuti testimoniano che, in una patologia degenerativa, la via del trattamento precoce è quella vincente.»

I dieci bambini sottoposti alla terapia oggi possono scrivere, leggere e muoversi in autonomia. Alcuni di loro sono passati dal braille ad utilizzare carta e penna.
Un progresso straordinario che ha dato nuova vita a questi piccoli coraggiosi e che ne darà ai tanti altri che ne beneficeranno.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Al via la vendita dei biglietti per il match casalingo

Calcio, Sport

Il Napoli cerca il riscatto contro l’Atalanta, seppur con molte assenze

Calcio, Sport

Il Napoli si allena in vista dell’Atalanta