Napoli, prosegue l’attività di rimozione di murales e altarini

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Nella mattinata odierna, a Napoli, l’Amministrazione comunale, assistita dalle Forze dell’ordine, ha provveduto alla rimozione di due manufatti abusivi; una targa di marmo realizzata su un muro di proprietà comunale sita in Via del Marzano, nel quartiere di Posillipo, dedicata a Grieco Giuseppe, pregiudicato ucciso in un conflitto a fuoco con le Forze dell’ordine, e un “altarino” installato in Piazzetta Salvatore Trinchese – area di interesse archeologico nel quartiere Pendino, dedicato al pregiudicato Raffaele Ivone.

Il programma di interventi, avviato a seguito di operazione concordata in apposito tavolo tecnico, in ottemperanza agli esiti del Comitato ordine e sicurezza pubblica dell’area metropolitana del 4 marzo scorso, proseguirà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, con la finalità di ripristinare il rispetto della legalità con la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli che insistono abusivamente sulla pubblica via, ferma restando l’eventuale sussistenza di specifici reati.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare