A San Gregorio Armeno la statuetta di Maradona diventa un angelo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

“È il primo personaggio che metto come angelo, perché per me Maradona è l’angelo del calcio”. L’artista Marco Ferrigno, proprietario di una delle storiche botteghe di arte presepiale di via San Gregorio Armeno, a Napoli, racconta con commozione la realizzazione di una statuetta dedicata a Diego Armando Maradona – argentino d’origine, ma napoletano d’adozione – scomparso il 25 novembre a 60 anni. La statuetta del Pibe de Oro, con la maglia azzurra del Napoli, è stata completata con due ali d’angelo bianche e posta vicino a Gesù Bambino, Maria e San Giuseppe. “Lucifero, il diavolo per eccellenza, era un angelo, forse il più bello, e fu cacciato dal Paradiso perché si ribellò al Padrone. Diciamo che, per certi versi, Maradona è anche un po’ questo. Maradona si è ribellato a quella che era la società perfetta della quale non condivideva alcune scelte. Una ribellione che ha pagato a caro prezzo. È andato contro tutto e contro tutti. Una sorta di Don Chisciotte contro i mulini a vento. Rimarrà nella mente di tutti noi”, spiega Ferrigno.

(LaPresse)

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare