Napoli-Barcellona 2-4, gli spagnoli annichiliscono la squadra di Spalletti

Il Napoli saluta l'Europa League

Il Napoli cerca la qualificazione agli ottavi di Europa League contro il Barcellona fra le mura amiche del Diego Armando Maradona. Spalletti ritrova Insigne dal primo minuto, con Politano recuperato che va in panchina. Fra i catalani dal primo minuto Busquets a centrocampo.

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito con una grandissima pressione del Barcellona sulla costruzione dal basso del Napoli, ma i blaugrana trovano il vantaggio in contropiede: calcio d’angolo battuto malissimo da Insigne, il Barcellona parte con la manovra gestita bene da Aubameyang che scambia bene con Traorè, la palla arriva sui piedi di Jordi Alba che a tu per tu con Meret sigla il vantaggio dei catalani dopo solo 8 minuti. Sembra un monologo degli spagnoli, con il Napoli che soffre la pressione altissima della squadra di Xavi, che dopo cinque minuti trova il raddoppio: palla al limite dell’area per De Jong, servito bene da Ferran Torres, che prende la mira e di destro insacca con un magnifico tiro a girare su cui Meret non può intervenire e sigla il 2-0 per gli spagnoli. Il Napoli non riesce ad uscire, molti errori in fase d’impostazione con gli ospiti che vanno più di una volta alla conclusione con Aubameyang e Ferran Torres, senza però impensierire Meret. Al 23′ il Napoli accorcia le distanze: palla profonda per Osimhen che viene abbattuto da Ter Stegen e l’arbitro assegna il calcio di rigore al Napoli con Insigne che non sbaglia e porta la partita sull’ 1-3. Continua la pressione altissima del Barcellona, che non fa impostare da dietro gli uomini di Spalletti, che ci provano in contropiede con Insigne che non inquadra lo specchio della porta. Ottimo palleggio del Barcellona che al tramonto del primo tempo trova di nuovo il doppio vantaggio: calcio d’angolo, scambio al limite dell’area con Jordi Alba che crossa dalla sinistra, rimpallo che finisce a disposizione di Piqué che controlla a seguire e trova la conclusione precisa che bacia il palo e sigla l’1-3 per la squadra ospite.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco inizia con un cambio per il Napoli, con Spalletti che inserisce Politano al posto di Demme. Napoli che sembra avere un piglio diverso nei primi minuti del secondo tempo, dopo aver cambiato composizione tattica rimpinguando il centrocampo schierandosi con Fabian davanti la difesa. Canovaccio tattico che non cambia, con il Napoli che cerca sempre il contropiede servendo Osimhen. Occasione al 52′ per il Barcellona, con Traorè che va al cross, traiettoria che sembrerebbe beffare Meret che con un grandissimo colpo di reni smanaccia. Il Barcellona sigla il 4-1 dopo un’azione avvolgente: palleggio prolungato per gli uomini di Xavi, palla sulla destra per uno scatenato Adama Traorè, che serve al centro De Jong che con un velo libera Aubameyang che con il destro porta i suoi con 3 gol di vantaggio. Continua a gestire il gioco la squadra ospite, che arriva con facilità alla conclusione tramite un bel palleggio fra le maglie azzurre. Occasione Napoli al 70′ con Osimhen che trova la conclusione dopo un’ottima imbeccata di Politano in profondità. Partita che gli ospiti gestiscono con un grande palleggio, con il Napoli che non riesce ad uscire dalla pressione con il palleggio. Girandola di cambi per entrambe le squadre, con Spalletti che schiera Mario Rui nell’inedito ruolo di centrocampista. Napoli che accorcia le distanze a 3′ dalla fine: dormita della difesa blaugrana, Mario Rui recuperabile pallone e serve Politano che si accentra e tira di destro e insacca alle spalle di un Ter Stegen immobile. Ancora il Napoli che va alla conclusione con Petagna, che colpisce Ter Stegen su ottima imbeccata da Politano. La partita termina senza particolari sussulti, il Barcellona passa il turno meritatamente surclassando il Napoli in ogni zona del campo. Appuntamento per il Napoli in campionato, dove affronterà la Lazio, anch’essa eliminata dal Porto.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Demme (dal 45′ Politano) , Fabian Rui (dal 73′ Ounas); Elmas, Zielinski (dal 73′ Mertens), Insigne (dall’ 81′ Petagna); Osimhen (dal 73′ Ghoulam). All.Spalletti

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Dest, Piqué, Araujo, Jordi Alba; De Jong, Busquets (dal 62′ Gavi), Pedri (dal 73′ Nico); Ferran Torres, (dall’ 81′ Riqui Puig) Aubameyang (dal 73′ De Jong), Adama Traorè (dal 73′ Dembele). All. Xavi

AMMONITI: 55′ Zielinski (N), 62′ Fabian Ruiz (N); 92′ Gavi (B)

ESPULSI: –

MARCATORI: 8′ Jordi Alba (B), 13′ De Jong (B), 45′ Piqué (B), 59′ Aubameyang; 23′ Insigne (N), 87′ Politano (N)

ARBITRO: Sergej Karasev (RUS)

ti potrebbe interessare

 Ultimissime    | Calcio, Sport

La cantante Gianna Nannini ha svelato su Kiss Kiss Napoli l’incontro sul palco del suo concerto partenopeo con Koulibaly, Insigne e Spalletti

le più lette

Calcio, Sport

La cantante Gianna Nannini ha svelato su Kiss Kiss Napoli l’incontro sul palco del suo concerto partenopeo con Koulibaly, Insigne e Spalletti

Sport>Calcio

“Il Player of the Month di aprile scelto da voi sull’app di Socios Italia è Kalidou Koulibaly!”

Sport>Calcio

Lo Spezia informa che le autorità locali hanno disposto l’apertura delle vendite, per il settore ospiti per la sfida contro il Napoli

Calcio, Sport

Zbigniew Boniek, vice presidente dell’Uefa ed ex numero uno della federazione polacca, ha commentato così a Radio Kiss Kiss Napoli il momento che sta attraversando il connazionale Piotr Zielinski

Calcio, Sport

Luciano Spalletti, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Kiss Kiss Napoli andata in onda durante Radio Goal:.