Napoli, atti vandalici su treno della Circumvesuviana

Atti vandalici nel pomeriggio di sabato 6 febbraio su un treno della Circumvesuviana di Napoli. A denunciarlo il sindacato OR.S.A. Su un treno, partito da Napoli-Porta Nolana alle 15:02 e diretto a Sarno, un uomo in evidente stato di agitazione ha vandalizzato un intero convoglio, rompendo numerosi vetri. “Nella stazione di Sant’Anastasia – racconta l’OR.S.A. – c’è stato poi l’epilogo della vicenda, perché l’uomo ha cominciato ad inveire verso il personale dell’EAV e mentre gli si avvicinava in modo minaccioso, tra i viaggiatori terrorizzati, continuava a rompere i vetri del convoglio con un oggetto, probabilmente un martello, che stringeva tra le mani.” Il capotreno ha allertato le forze dell’ordine, ma l’uomo è scappato attraversando i binari dirigendosi verso il passaggio a livello, adiacente alla stazione, facendo così perdere le proprie tracce. I viaggiatori hanno ripreso il viaggio con oltre 45 minuti di ritardo, solo quando da Napoli è giunto un convoglio che ha sostituito quello vandalizzato. “Questo increscioso episodio – denuncia l’OR.S.A. – è la prova che la sicurezza sui treni non è assicurata né per i viaggiatori e neanche per il personale. Nonostante i proclami, nessun servizio di controllo e/o controlleria è stato istituito sulla Circumvesuviana e questo nonostante i suggerimenti e le richieste dei lavoratori e dei sindacati siano stati fatti già dallo scorso mese di dicembre”.

ti potrebbe interessare