Morte Maria Paola, il fratello a processo per omicidio volontario

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Il gup di Nola (Napoli) ha rinviato a giudizio Michele Antonio Gaglione, 31 anni, accusato dell’omicidio volontario della sorella, Maria Paola, la giovane ventenne morta la notte tra il 10 e l’11 settembre 2020, ad Acerra (Napoli), a causa di una rovinosa caduta dallo scooter guidato dal compagno transgender Ciro Migliore, che era inseguito dal 31enne. Il processo inizierà il prossimo 7 aprile davanti alla prima sezione della Corte di Assise di Napoli. Secondo gli inquirenti, l’incidente in cui Maria Paola trovò la morte fu provocato proprio da Michele Antonio (difeso dall’avvocato Giovanni Cantelli), che era contrario alla relazione tra Ciro e la sorella. Al processo è stata ammessa la costituzione di parte civile dell’Arcigay.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Massimo Mirabelli fa un confronto tra il calcio italiano e quello europeo

Calcio, Sport

Domani sarà discusso il ricorso per la squalifica del tecnico

Calcio, Sport

I convocati di mister Luciano Spalletti

Calcio, Sport

Il giornalista a Il bar dello Sport: “Stasera contro il Leicester servirà un Napoli concentrato”

Calcio, Sport

La vendita del settore ospiti (TERZO ANELLO VERDE – AWAY FAN) aprirà giovedì 9 dicembre alle ore 12