Morte Maradona, la lettera della figlia Gianinna: “Ho bisogno di giustizia”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Le strazianti parole della figlia del Pibe de Oro, affidante ad un post su Instagram

Domani, 25 novembre, sarà un anno esatto dalla scomparsa di Diego Armando Maradona. Con un post sul proprio profilo Instagram, scritto quattro giorni fa, la figlia Gianinna Maradona ha voluto ricordare il padre con delle parole sincere, scritte con il cuore. “Mi sento spezzata“, recita l’inizio della lettera, quasi a sottolineare il dolore che pervade l’animo della figlia ad un anno dall’ultimo saluto a quello che, prima del più grande calciatore della storia, era suo padre.

Ho bisogno di giustizia per la tua partenza improvvisa. Mille fronti aperti, mille nemici che tirano missili, e quei soliti che continuano a ferire noi che siamo ancora qui. Guardo Benja e tutto ciò mi fa ancora più male. Vivere senza te mi risulta ogni giorno più faticoso: ti penso, ti sento, ti sogno, non sono un esempio e faccio ciò che posso“. 

La lettera continua con un chiaro riferimento a tutte le notizie riguardanti la sua eredità, e a tutte le polemiche che ha causato la morte del “Pibe de Oro“: “Scusa per le situazioni che hai dovuto vedere. Il tempo ha finito per darmi ragione, ma è inutile se non ci sei più. Avrei preferito non averla. Mi consola sapere che ti ho sempre dato tutto. In un mondo pieno di ipocriti, i veri, i diversi, quelli che vivono senza chiedere spiegazioni e fanno ciò che sentono e dicono sono i matti, i figli di puttana”.

Poi, Gianinna, conclude il pensiero per il padre con una promessa: “Non mi arrenderò. Non porto il 10 sulla schiena, ma il tuo nome e il tuo lascito continueranno a vivere in me. Più vogliono farmi cadere e più mi rialzerò. Ti amo e mi mancherai fino a quando non ci incontreremo di nuovo. Grazie per proteggerci anche da lì”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Il dirigente sportivo a Radio Goal: “L’Europa League è diventata l’obiettivo principale delle Foxes”

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “Il Napoli con i suoi calciatori svelti può mettere in difficoltà la retroguardia degli inglesi”

Calcio, Sport

L’ex portiere a Radio Goal: “Penso che Ospina abbia poche responsabilità sui goal presi”

Calcio, Sport

Il giornalista a Radio Goal: “E’ ancora troppo presto per ipotizzare che scenderà in campo contro il Leicester”

Calcio, Sport

Prestigioso riconoscimento per il Responsabile Sanitario Prof. Raffaele Canonico e per Il Medico Sociale Dott. Gennaro De Luca