Min. Sport Abodi: “Dobbiamo prevedere riforme strutturali per il mondo del calcio”

Cosa replica allo sport e ai presidenti della Lega Serie A che non comprendono perché il calcio non possa beneficiare dell’unica misura a sostegno del calcio, ovvero la rateizzazione degli adempimenti fiscali senza sanzioni? La risposta, tramite l’intervista al Corriere della Sera, arriva direttamente dal ministro Andrea Abodi“Più che dire no, ho suggerito un altro modo per risolvere il problema. Ho espresso parere negativo all’emendamento proposto perché ritengo che il mondo dello sport, con un prevalente interesse di alcuni club di A, non possa avere una forma di tutela esclusiva. Il calcio fa parte del sistema industriale del Paese e come tale va sostenuto. Non è quindi un mondo a parte. Discorso diverso è quello concernente le specificità di settore, mi riferisco alle scadenze, ma non solo. Colgo questa occasione per invitare a un tavolo di lavoro il presidente federale Gravina, il presidente Casini della serie A e i vertici di tutte le altre leghe per affrontare un percorso di riforme strutturali, sul presupposto che si affrontino i problemi”.

ti potrebbe interessare