Milik: “L’ultimo periodo a Napoli è stato difficile”

  Arek Milik ha parlato in conferenza stampa in occasione della presentazione quale nuovo giocatore dell’Olympique Marsiglia: “So che la squadra sta attraversando un periodo difficile in questo momento, ma è una sfida. Voglio dare tutto per dimostrare le mie qualità, per giocare e per aiutare la squadra a vincere”. Sul trasferimento a gennaio: “L’allenatore ha mostrato interesse e io stesso volevo venire. Stavo attraversando un periodo difficile. Quando un giocatore non gioca è sempre molto difficile. Ho letto nei loro occhi che mi volevano, avevano bisogno di un attaccante e questa è una buona scelta per me. L’anno scorso l’OM ha giocato in Champions e l’obiettivo è vincere e riconquistare questa competizione”. Sulla condizione: “Certo che sono pronto per giocare. Non ho giocato per diversi mesi e inevitabilmente ho perso un po’ di ritmo, ma mi stavo allenando duramente, spesso due volte al giorno, ma sappiamo che il ritmo arriva con le partite. Qualche partita e spero di essere pronto a giocare 90 minuti il ​​prima possibile”. Sull’approccio col gruppo: “Non siamo in un buon periodo, ma l’atmosfera è buona nel gruppo. Non parlo ancora francese quindi è complicato ma parlo inglese con l’allenatore e con alcuni giocatori e quindi non ci sono problemi di comunicazione. Conoscevo alcuni giocatori ma non personalmente. Conoscevo lo stadio, i tifosi e l’allenatore, poi giocare in un club e in una città dove il sole è presente la maggior parte dell’anno è stato importante per me. Sull’atmosfera allo stadio: “L’atmosfera è davvero bella anche se la partita contro l’OM con il Napoli fu un’amichevole. Entrambe le volte che ho giocato qui ho trovato lo stadio fantastico. So che il pubblico è un vero dodicesimo uomo qui e spero che torneranno presto”. Perché firmare per giocare in un campionato meno importante della Serie A? “Nessuno mi ha detto che è un brutto campionato. Abbiamo visto che l’OL è andato in semifinale di Champions League la scorsa stagione, il PSG in finale”.

ti potrebbe interessare

le più lette