Meret: “Spalletti ci responsabilizza molto. Lavoro tanto, voglio diventare il miglior portiere italiano”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Alex Meret, portiere del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Vittoria all’Europeo è stata un’avventura incredibile ed emozionante. Siamo orgogliosi di aver dato una gioia alla Nazione. Ottenuto un grande risultato che dedichiamo ai tifosi italiana che hanno tanto sofferto in questi mesi. La vittoria dell’Europeo ha dato fiducia e autostima a noi del Napoli. E’ una grande spinta per dare ancor di più per questa maglia. Giocare con i nostri tifosi è più bello. La loro presenza è stata importante per vincere col Venezia. Insigne è il nostro punto di riferimento in campo. Ci sta sbagliare un rigore ma lui ha coraggio e personalità e lo ha dimostrato anche in questa occasione. Abbiamo tanto entusiasmo e serenità nel gruppo. Domenica abbiamo mantenuto la calma rischiando poco in difesa. O tiraggir? Insigne anche in allenamento prova sempre quel colpo con me in porta. E’ il suo marchio di fabbrica. Spalletti ha merito nei 3 punti ottenuti domenica. Ci ha responsabilizzato tanto perchè ha molta fiducia in noi. Koulibaly è un Campione in campo ma anche fuori. Una grandissima persona e mi sento fortunato di condividere con lui il campo e questa maglia. Io lavoro ogni giorno per diventare il migliore in serie A. So che devo lavorare ma so che posso raggiungere grandi obiettivi. Siamo un gruppo molto forte. L’anno scorso non abbiamo raggiunto l’obiettivo Champions ma ci riproveremo quest’anno. C’è concorrenza ma faremo di tutto per arrivare tra le prime 4. Osimhen? Sa di aver sbagliato, può capitare. Deve cercare di non ricadere in questi errori. Giochiamo per vincere tutte le partite in tutte le competizioni a cui parteciperemo. L’Europa League è un obiettivo e faremo il massimo per arrivare fino in fondo. Genoa? Nessuna gara è semplice. Giocare al Ferraris non è mai semplice quindi massima attenzione. Juventus o Inter, quale favorita per lo scudetto? Le metterei sullo stesso livello. L’Inter ha vinto l’anno scorso, ha perso qualcuno di forte ma ne ha presi altri. E la Juventus ha una grandissima squadra”

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Resta positivo al Covid-19 soltanto il giovane Alessandro Zanoli.

Calcio, Sport

Al via la vendita dei biglietti per il match casalingo

Calcio, Sport

Il Napoli cerca il riscatto contro l’Atalanta, seppur con molte assenze