Mandarini: “Vi racconto un aneddoto su Spalletti nel post Napoli-Fiorentina dell’anno scorso”

Fabio Mandarini, giornalista del Corriere dello Sport, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli:

Luciano Spalletti, allenatore dell’Italia

“Il Napoli adesso deve darsi una svegliata e ciò che mi ha lasciato perplesso domenica, al di là del crollo fisico, è stato vedere una squadra un po’ demoralizzata dopo il secondo goal subito. Un buon Napoli nei primi 40 minuti, sarebbe andata benissimo se il Napoli avesse segnato. Una squadra come il Napoli non si può accontentare di una bella sconfitta, non ho visto un Napoli padrone della partita. Barella si è fatto 45 metri di corsa da solo, ha tagliato in due il Napoli. Natan? Può migliorare con un allenatore che gli insegni la postura ed altre cose. Ricordo che Maurizio Sarri che insisteva con Albiol sulla postura e sulla marcatura. Per la sostituzione di Kim avrebbero sfigurato un po’ tutti e non condanno in toto Natan, però ritengo che si sia trovato in un contesto già molto carente nella fase difensiva. Il filtro del centrocampo manca e il goal di Barella è la conferma di ciò che vediamo da inizio anno. Natan sta pagando anche questo tipo di disorganizzazione difensiva. Spalletti? Vi racconto un aneddoto, la sera di Napoli-Fiorentina, con la festa, io abito in centro a Napoli e lo incontro ritornando a casa. Lui era con la sua famiglia e coi suoi amici, passeggiava serenamente ed io gli faccio i complimenti. Lui si siede al bar, nel frattempo sono arrivate duecento persone e lui ha fatto duecento foto. Ha scambiato una parola con tutti e scattato foto con tutti”.

ti potrebbe interessare