M. Moratti: “Abbiamo visto Ronaldo e CR7: mi tengo il brasiliano. Avrei voluto Insigne”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, ai nostri microfoni:

“Seguo il campionato con grande attenzione, Mourinho ha ravvivato il campionato, è partito molto bene. La Serie A ha una squadra in più, la Roma, che punterà allo Scudetto. Uno come Mourinho non punta al terzo posto. Josè non lo dirà mai, ma è li. Inzaghi, con pazienza ed intelligenza, ha trovato calciatori funzionali al bel gioco che stiamo vedendo. L’abbraccio con Correa lo testimonia. Spalletti è molto bravo ed il Napoli ha calciatori di classe, Insigne su tutti. Credo che gli azzurri potranno combattere per il titolo. Il campionato sarà divertente, bello ed emozionante. Sì, mi farebbe piacere vedere Insigne con la maglia dell’Inter. Lo avrei voluto, avrebbe fatto bene e ne sono certo. Lorenzo è uno bravo davvero. L’azionariato popolare? Non so se si potrà arrivare alla gestione, ma credo che il futuro dell’Inter si baserà sulla passione. Ed il movimento di azionariato popolare è passione. Si andrà per step, al momento è già importante essere presenti. Io? no, ho fatto il mio tempo… In Italia abbiamo visto Ronaldo e Cristiano Ronaldo. Sono calciatori diversi ma Ronaldo è tra i 4-5 più forti della storia del calcio. CR7 si è costruito, ha merito, ha fatto bene, ma non ha il talento di Ronaldo. Il brasiliano era un vero privilegio”.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare