Kvaratskhelia: “Quando sono arrivato a Napoli sembrava un sogno. Su Spalletti…”

Khvicha Kvaratskhelia ha rilasciato un’intervistai microfoni del New York Times:

Da quando sono arrivato mi è sembrato di essere in un sogno. L’inizio è stato così fluido che sembrava un sogno. Ma ad un certo punto, all’inizio, ho dovuto ricordare a me stesso che non era un sogno ma la realtà e che dovevo trovare la forza dentro di me per viverlo. Sono grato per ogni gesto di amore e affetto che le persone mi mostrano, per me è anche motivazione e ispirazione. È una responsabilità enorme. Devo dimostrare ogni partita che posso fare come ho promesso. Spalletti? È stata una bella chiacchierata. Mi ha detto cosa avrei dovuto fare per la squadra. Abbiamo parlato molto di concentrarsi sul lavoro difensivo, di far parte del gioco di squadra e dell’importanza dello spirito di squadra. Questo è ciò che è veramente importante per lui: lo spirito. Giochi con il cuore, con passione, ma giochi anche con il cervello cosciente. È più una cosa consapevole che altro, basata su ciò che hai imparato in allenamento, sugli errori che hai fatto in precedenza, sulle opzioni che ci sono. Il modo in cui gioco è sia cuore che pensiero cosciente. Ma se non usi il cervello, non migliorerai mai. Sento che il mio gioco è stato integrato nel modo in cui le squadre hanno giocato contro di noi”.

ti potrebbe interessare

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

Il giornalista di Sportitalia Michele Criscitiello ha parlato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli a proposito di Di Lorenzo

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

L’ex calciatore Diego Armando Maradona Junior ha parlato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli a proposito di Di Lorenzo e Conte

 Ultime Sport    | Calcio, Sport

L’ex allenatore del Napoli Edy Reja è intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli per parlare di Antonio Conte