Impiantato micro-pacemaker a nonno di 104 anni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Un micro-pacemaker della grandezza di una capsula farmaceutica, molto innovativo perché funziona senza fili ed ha una batteria che dura oltre 10 anni (contro i 7 anni dei pacemaker tradizionali) è stato impiantato ad un paziente ultracentenario al “Pineta Grande Hospital “di Castel Volturno (Caserta). Il paziente, nonno Aldo, è residente a Formia (Latina), ha 104 anni ed una figlia ottantenne.

Aveva una malattia del sistema elettrico del cuore, e le condizioni delle vene non gli permettevano di farsi impiantare un pacemaker di tipo tradizionale. Ma soprattutto, nonno Aldo voleva continuare a fare la sua mezz’ora quotidiana di cyclette, e con la malattia che lo tormentava, era molto difficile. Così, con i familiari, si è rivolto alla “Clinica Pineta Grande”, dove era a disposizione il micro-pacemaker.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare