Grava: “Ambrosino in nazionale gioia immensa”

Il responsabile del settore giovanile del Napoli Gianluca Grava è intervenuto in esclusiva a Kiss Kiss Napoli
FLORENCE, ITALY – DECEMBER 20: Roberto Mancini manager of Italy and Giuseppe Ambrosino during Italy training camp at Centro Tecnico Federale di Coverciano on December 20, 2022 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il responsabile del settore giovanile del Napoli Gianluca Grava è intervenuto a Kiss Kiss Napoli. Nel corso di “Radio Goal” si è detto soddisfatto della convocazione di Ambrosino per lo stage della nazionale italiana guidata da Roberto Mancini: “Ambrosino in Nazionale è una gioia immensa, per me e per tutto il settore giovanile, in cui il ragazzo è cresciuto. Il merito è di tutta l’equipe che lavora nel settore. E’ una gioia immensa perché corona il sogno che ogni ragazzo ha e ripaga tutti i sacrifici che si fanno. Sono contento per lui”.

Scouting? “E’ fondamentale per chi fa questo lavoro. Cerchiamo di avere gli occhi aperti e pescare bene. Ci arrivano tante segnalazioni, ma l’obiettivo mio e nostro è quello di valorizzare il territorio. Qui c’è tanta qualità, che abbinata alla mentalità, che è fondamentale, fa il giocatore”.

Barba? “Si sta comportando molto bene. E’ un difensore centrale che ha sia qualità che struttura, un difensore completo. Sono contento per lui. Quando arrivi nel rettangolo di gioco non si può barare, devi saper sfruttare le opportunità e lui si è fatto trovare pronto, come gli altri ragazzi che sono andati in ritiro in Turchia con la squadra. E’ una cosa importante per loro ma anche per noi, perché siamo pagati per questo. Chi riesce a recepire”.

Hysaj e Marchisano? “Sono due 2004 che nel corso degli anni hanno fatto bene e stanno facendo ancora bene. Hanno potenzialità per fare i professionisti. Devono continuare a non mollare, a lavorare, perché alla base di chi vuole arrivare c’è sempre il sacrificio. Io ne ho fatto il mio cavallo di battaglia e ora in questo ruolo cerco di inculcarlo già ai bambini. Gente che non ha voglia di lavorare o che si adagia a lavoro è gente perdente. I campioni sono quelli che si allenano a mille e che non vogliono mai perdere”.

ti potrebbe interessare

le più lette