Gattuso: “Abbiamo il dovere di provarci. Vogliamo passare il turno”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
“Domani si va in campo per vincere, poi vedremo come andrà. Sicuramente abbiamo tante assenze ma non deve essere una giustificazione. Daremo il massimo che potremo dare”. Com’è la situazione infortunati? Mertens ci sarà? “Abbiamo perso Osimhen rispetto alla scorsa partita. Non sono ancora pronti Demme e Hysaj, quindi non saranno del match. Dries ha svolto allenamento individuale e domani verrà in panchina perché è da tanto tempo fermo. Domani vedremo come potremmo impiegarlo eventualmente”. Ci sarà Politano come punta? “Non so ancora chi giocherà, non voglio dare vantaggi agli avversari, abbiamo Politano ma anche Elmas potrebbe essere impiegato in quel ruolo. Vedremo domani”. Che partita si aspetta da parte del Granada?Conosciamo le loro qualità, purtroppo all’andata ci siamo fatti colpire dalla loro caratteristica più spiccata, ovvero la velocità. Domani dobbiamo mettere qualcosa in più non solo a livello tecnico ma anche mentale. Mi aspetto un atteggiamento totalmente diverso da quello avuto all’andata” “Il Granada è una buona squadra, un avversario duro, non semplice da superare, ma noi daremo tutto per riuscire a batterli. Domani si entra in campo per vincere, non cerchiamo alibi nelle assenze. Ribadisco che il primo respondasile sono io e dico che abbiamo il dovere di provarci”. In che condizione è la squadra? “Sono 3 mesi che non abbiamo una settimana tipo di allenamento. Ho detto in tempi non sospetti che si gioca ogni tre giorni e che ci mancavano giocatori per ruotare. Adesso siamo con l’acqua alla gola, però non è una scusa è un dato reale. In questo momento dobbiamo ringraziare coloro che stanno stringendo i denti e stanno andando in campo in continuazione. Cosa si sente di dire ai tifosi azzurri? “Noi abbiamo come obiettivo anche quello di fare strada in Europa. Dico ai tifosi che tutti dobbiamo prenderci le nostre responsabilità e il primo responsabile sono io. In questo momento non stiamo facendo bene per vari motivi, abbiamo tanti infortuni, attraversiamo un momento difficile, ma dobbiamo parlare poco e rispondere in campo. Le critiche sono meritate bisogna solo dimostrare con i fatti”. “Dobbiamo essere bravi a non dare campo al Granada e opporre il nostro gioco. E’ una sfida difficile da ribaltare ma abbiamo il dovere di crederci. Ho visto negli occhi dei ragazzi voglia di rivalsa”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Resta positivo al Covid-19 soltanto il giovane Alessandro Zanoli.

Calcio, Sport

Al via la vendita dei biglietti per il match casalingo

Calcio, Sport

Il Napoli cerca il riscatto contro l’Atalanta, seppur con molte assenze