ESCLUSIVA – Di Lorenzo a KKN: “Vogliamo toglierci tante soddisfazioni”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Nel corso di ‘Radio Goal’, Giovanni Di Lorenzo, terzino del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli parlando degli Europei e della stagione col Napoli che ormai è alle porte.

Che sensazione è stata vincere gli Europei con la Nazionale? “E’ stata una notte bellissima, tutto l’Europeo è stato un percorso indimenticabile e rimarrà sempre un ricordo vivo dentro di me”.

Il Napoli avrà tre campioni d’Europa in campo, sarà una spinta per la squadra? “La convinzione cresce quando vinci queste competizioni importanti. Avremo tanto entusiasmo e speriamo di dare il nostro contributo per fare una grande stagione”.

Dal Matera alla Nazionale, sei un esempio per i giovani calciatori? “Sicuramente uno deve credere in se stesso nei momenti difficili, che si possono superare con l’aiuto delle persone vicine e della famiglia. Mi godo queste soddisfazioni che sono arrivate dopo tanti sacrifici”.

Come è stato il rapporto con Mancini? “In questo biennio il ct è sempre stato convinto del valore della squadra e ce l’ha trasmesso. Come si è visto in campo siamo un bel gruppo e una squadra forte grande. E’ merito del mister aver creato una bella atmosfera intorno alla Nazionale”.

Come ti stai trovando con Spalletti? “Si lavora bene, il primo impatto è positivo. E’ un allenatore esperto che si vede che ha affrontato tanti campionati e ha avuto tanti giocatori esperti sotto la sua guida. Lo stiamo seguendo al 100%, vogliamo fare una grande stagione a partire da domenica. Le sensazioni sono molto positive”.

Come sarà col pubblico al Maradona? “Il ritorno dei tifosi è molto bello, senza di loro sembra un altro sport, siamo contenti del ritorno del pubblico. E’ importante il tifo a Napoli e la spinta che può darci in campo”.

Napoli-Venezia? “Mai sottovalutare queste gare che nascono tante insidie, dopo tanti anni ritornano in A e avranno una grande voglia di partire bene, ma la stessa voglia ce l’abbiamo anche noi. Vogliamo fare un campionato diverso dall’anno scorso e toglierci tante soddisfazioni”.

Obiettivo Champions? “La squadra è forte a abbiamo tutto per fare bene, poi conta sempre il campo e non le chiacchiere. Dovremmo dimostrarlo sul campo se meriteremo l’accesso alla Champions League”.

Aneddoto di Euro 2020, capopopolo Insigne? “Si lui e un po’ tutti i napoletani, ha cominciato a mettere quella canzone napoletana che poi abbiamo imparato tutti. E’ stato un percorso bellissimo e un grande gruppo. Ha vinto proprio il gruppo anche se avevamo qualità tecniche importanti. La bella atmosfera creata ha avvicinato tutti i tifosi. Tutti davano il 100% anche per un minuito quando entravano in campo”.

Maglia ufficiale, che ne pensi? “E’ molto bella, eravamo anche noi impazienti di vederla. Siamo contenti e non vediamo l’ora di indossarla per la prima volta”.

Quando avete fatto le foto con la maglia? “In ritiro a Castel di Sangro, ci siamo anche divertiti nel back stage, ora come ho detto non vediamo l’ora di indossarla in campo”.

Juan Jusus? “E’ un giocatore importante che ha giocato in grandi squadre. Darà il suo apporto alla squadra. L’abbiamo accolto subito bene, è un bravo ragazzo. C’è tutto per fare bene ora sta a noi dimostrarlo sul campo”.

Obiettivo stagionale? “E’ sempre quello di vincere qualcosa. Siamo il Napoli e vogliamo fare una bella stagione. Vogliamo subito partire con una vittoria per cercare di alimentare l’entusiasmo”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Corriere dello Sport di oggi, 1 dicembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di oggi, 1 dicembre 2021

Calcio, Sport

Assenti anche i lungodegenti Obiang e Romagna

Calcio, Sport

Out Manolas. Il difensore non prenderà parte alla trasferta di Reggio Emilia per gastroenterite

Calcio, Sport

Ulivieri a Radio Goal: “Spalletti si sta dimostrando un grande gestore. La sua bravura sta nel coinvolgere tutti i calciatori”