ESCLUSIVA – Il nipote di Bilardo (ct Argentina ’86): “Diego il più grande di tutti, a mio zio non abbiamo detto della sua morte”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

L’ex Ct della nazionale argentina Alejandro Sabella è morto oggi. Favio Bilardo, procuratore e nipote del ct campione del mondo del ’86 Carlos, l’ha ricordato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli: “E’ stato un altro duro colpo per tutti noi, dopo Maradona è stato il più grande numero 10 argentino. Se avesse giocato oggi non si parlerebbe di Messi e di nessun altro. Mio zio l’ha portato al Boca, ancora non gli hanno detto niente, abbiamo chiuso i televisori, sarà durissima per lui nel suo stato di salute. Alcuni giorni è lucido e altri no, abbiamo deciso che una delegazione di vecchi giocatori farà una visita a casa sua e gli comunicherà sia la morte di Diego che Sabella. Mio zio portò con l’aiuto di mio padre Alejandro all’Estudiantes dal Leeds e non fu mai pagato, perché dopo scoppiò la guerra delle Malvinas con gli inglesi”.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare