De Pauli: “Barcellona e Juventus dovranno ridimensionarsi in caso di mancata Champions”

Le dichiarazioni Radio Goal ,di Andrea De Pauli, giornalista e corrispondente dalla Spagna, su Barcellona, Januzaj e Olivera

Ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, nell’appuntamento pomeridiano di Radio Goal, è intervenuto il giornalista e corrispondente dalla Spagna, Andrea De Pauli.
Queste le sue dichiarazioni.

AUBAMEYANG AL BARCELLONA? – “Sembrerebbe che stiano per chiuderlo ma il problema vero resta Dembelé. Hanno preso Dani Alves, Ferran Torres e Adama Traoré. Di solito, nel mercato invernale non succede quasi mai niente; invece, stranamente, in questa sessione, stanno accadendo tante cose, in Spagna come in Italia“.

BARCELLONA E JUVENTUS – “Il Barcellona, però, rispetto alla Juventus, sta economicamente molto peggio perché non ha una famiglia solida alle spalle e perché la gestione precedente è stata nefasta avendo accumulato più di un miliardo e mezzo di debiti e speso più di 300 milioni, senza contare commissioni e stipendi, tra Coutinho e Dembelé, due giocatori che dovevano sostituire Neymar ma che non hanno mai ingranato. Le due società hanno rischiato investito per rientrare in Champions ed acquisirne i proventi derivanti dalla qualificazione. In caso contrario, dovrebbero ridimensionare i progetti“.

ADNAN JANUZAJ – “Ai tempi del suo passaggio al Manchester United, sarebbe dovuto essere il nuovo Cristiano Ronaldo con la piccola differenza che non segna tanto. Io credo che abbia l’età giusta per fare il salto essendo un talento straordinario. Può giocare da mezzapunta e su entrambe le fasce pur essendo mancino ed è un giocatore fisico e di qualità. Se mi chiedessero un consiglio, io lo prenderei perché è un giocatore che può fare la differenza se ha voglia di farla“.

MATHIAS OLIVERA – “Anche da queste parti si dice che verrà a Napoli a giugno. Avendo giocato in Uruguay, nel Getafe e nel Leganes, sarebbe per lui un salto di qualità passando da una squadra abituata a lottare per la retrocessione ad un’altra con ben più grandi ambizioni. Pochi giorni fa, ha esordito in Nazionale (Uruguay, nda) e, di solito, chi ha questa nazionalità non fallisce perché hanno la ‘garra’ come caratteristica tipica. In più, ha una struttura fisica importante e sa giocare sia a quattro sia a cinque. Si tratta di un giocatore completo che può essere un ottimo acquisto“.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Il presidente della Salernitana Iervolino ha detto la sua a proposito delle notizie di mercato che avvicinano Cavani alla Salernitana

Calcio, Sport

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato ai margini della celebrazione dei 130 anni de Il Mattino della situazione del calcio attuale ed anche del suo club