Contraffazione, maxi-sequestro di champagne e olio nel napoletano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, unitamente a Ispettori dell’ICQRF (Dipartimento dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi Agroalimentari) Italia Meridionale sede di Napoli, ha sequestrato a San Giuseppe Vesuviano (Napoli) una fabbrica clandestina utilizzata per il confezionamento di bevande. Individuati quasi 1400 litri tra champagne, olio ed alcool etilico privi delle indicazioni obbligatorie in materia di tracciabilità alimentare e contraffatti.

In particolare, gli specialisti del Gruppo Tutela Mercato Beni e Servizi del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Napoli hanno scoperto un opificio perfettamente allestito per l’etichettatura di bottiglie contenenti falso champagne nel seminterrato di un edificio residenziale. Sequestrate 774 bottiglie di champagne, 804 di olio e di alcool etilico, nonché 129.400 accessori per il confezionamento.

Denunciati i titolari, una 55enne e un 48enne originari di Sarno (Salerno), per contraffazione e ricettazione. Se immessi sul mercato, i prodotti avrebbero consentito un guadagno di oltre 120 mila euro.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Gli azzurri preparano il match contro il Sassuolo in programma domani al MEPEI Stadium alle ore 20.45

Calcio, Sport

Il noto giornalista ha commentato la roboante vittoria degli azzurri sulla Lazio

Calcio, Sport

Le parole del tecnico del Sassuolo, Alessio Dionisi, alla vigilia della partita contro il Napoli

Calcio, Sport

Il Napoli è chiamato dall’impegno di Reggio Emilia contro il Sassuolo