Cobolli Gigli: “Pirlo inesperto ma non rimpiango Sarri. A.Agnelli? Intelligente ma arrogante”

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Pirlo è un allenatore senza esperienza, la dirigenza lo sapeva. La responsabilità è dunque della dirigenza, oltre che di Pirlo stesso. Lo stile della Juve è diverso oggi. Guardate la storia della risposta di Agnelli a Conte. Non rimpiango Sarri. La decisione di cambiare Allegri è stata inopportuna. Il Presidente Agnelli ha subito le decisioni di Nedved e Paratici. Che errore. Vedo difficile una nuova coabitazione De Laurentiis-Sarri, al netto dei risultati raggiunti dall’allenatore toscano. Il movimento “no-Max” (Allegri, ndr) che ci fu tra i tifosi? Si scatenarono gli animi, probabilmente, dopo le finali perse. Il Presidente Agnelli avrebbe dovuto sostenere l’allenatore a fronte delle critiche di Nedved e Paratici. Dovesse vincere l’Inter di Conte? Onestamente, avrei preferito il Napoli. Subisco l’Inter da tifoso, ma la subivo più quando c’erano Moratti e Mourinho. E Moratti sarebbe un folle se tornasse in campo dopo le perdite economiche. In Andrea Agnelli non c’è nulla dell’Avvocato o di Umberto. E’ intelligente, lo riconosco, anche se un po’ troppo arrogante”.

ti potrebbe interessare