Cobolli Gigli: “Il Napoli se fosse andato a Torino avrebbe vinto contro la Juve”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni su Radio Kiss Kiss Napoli: “Sono convinto, in maniera tranquilla, che se la partita fosse stata giocata, il Napoli avrebbe battuto la Juventus. Questa è stata, per me, un’opportunità persa per il Napoli. Il discorso qui è molto complicato. Cosa avrebbe dovuto fare il Napoli, lo decideranno le varie fasi di giudizio. Letteralmente si dubita che il Napoli avesse premeditato qualcosa, costruendosi un alibi. Ora tocca al Napoli appellarsi al collegio di garanzia del CONI e vedere cosa succederà. Pirlo? I tempi che si danno agli allenatori, in questo momento, sono brevissimi. Io però ho visto dei miglioramenti da parte della Juventus. La partita con la Lazio poteva essere vinta e Pirlo sarebbe stato messo sugli scudi, e non sotto. Il risultato è tutto. Ci sono dei problemi da risolvere nella Juve. Quello che preoccupa a me, da tifoso della Juventus, è il tema Dybala. E’ ridicolo condannare Dybala. Bisogna capire se Dybala è il giocatore simbolo della Juventus, a prescindere da Ronaldo, che è di passaggio. Se non si sistemano alcune cose, il problema diventa complicato. Gattuso? A me piace molto. Mi piaceva da giocatore. E’ una persona seria, onesta. Dice sempre quello che pensa e sta ottenendo dei risultati importanti con il Napoli. Ha preso una squadra distrutta ed è riuscito a ricostruirla da 0. Merito anche della società e del presidente De Laurentiis”.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare