Carnevale: “Al Napoli manca cattiveria. Beto diventerà un campione”

Andrea Carnevale ai microfoni di Radio Goal.

Andrea Carnevale, osservatore dell’Udinese nonché ex attaccante che ha anche vestito la maglia del Napoli dalla stagione 1986 alla stagione 1990 (con la maglia azzurra ha vinto 2 scudetti nel ‘86-‘87 e nel ‘89-‘90, una Coppa Italia e una Coppa UEFA nel ’88-‘89) durante la trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato della prestazione del Napoli contro lo Spezia e dell’interessamento degli azzurri per Beto. Di seguito le sue considerazioni:

Il Napoli, come abbiamo visto, specialmente nelle coppe ha fatto uno sforzo maggiore. Contro il Leicester, ad esempio, ha superato il turno, poi è andata a Milano e ha vinto mentre le ultime due partite in casa con squadre nettamente abbordabili le ha perse. Tempo fa dissi che il Napoli avrebbe dovuto gestire bene le partite di coppa e campionato, sfortunatamente è successo quello che pensavo. Non mi aspettavo le sconfitte con Empoli e Spezia, soprattutto perchè la formazione schierata dal Napoli era più che buona. Sicuramente sono mancati giocatori importanti ma la squadra di ieri poteva tranquillamente battere lo Spezia. Una squadra che ha degli obiettivi come può essere il Napoli non può permettersi questi risultati sopratutto se arrivano nel proprio stadio. RIpeto che sicuramente le assenze di gente come Koulibaly, Osimhen e Fabian pesano e si vede, ma i ragazzi a disposizione potevano e dovevano battere Empoli e Spezia. In queste partite è mancata la cattiveria, psicologicamente si ha la tendenza a vederle come partite facili.”

-Sull’interessamento del Napoli per Beto “ è un giocatore che può fare bene in carriera. Lo abbiamo preso quest’anno e ci ha sbalorditi tutti, non pensavamo che il suo inserimento fosse così veloce. Sicuramente ha bisogno ancora di tempo perchè è un diamante un pò grezzo ma sono sicuro che in qualche mese esploderà. Diventerà un attaccante forte.”

ti potrebbe interessare