Caputi a Radio Goal: “Insigne onorerà la maglia”

Massimo Caputi ai microfoni di Radio Goal.

Massimo Caputi, giornalista, conduttore televisivo e telecronista sportivo italiano, durante la trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato della situazione di Insigne e del mancato rinvio della giornata di serie A dopo la lunga lista di positivi. Di seguito le sue considerazioni:

-Riguardo la situazione di Lorenzo Insigne “Spalletti non è fortunato per quanto riguarda le sue convivenze con i capitani delle sue squadre, anche se in questa circostanza lui centra poco, rispetto al caso Totti è differente. La situazione va gestita nel migliore dei modi, con i risultati in campionato potrà evitare che si parli troppo di questa cosa. Da una parte fa sensazione, dall’altra non sono meravigliato da questa scelta di Insigne. La verità è che avremmo tutti fatto la stessa scelta di Lorenzo, sicuramente a quelle cifre ha fatto bene. In questi giorni si è discusso molto del fatto che in questi campionati si sparisce dai radar europei e della nazionale, è chiaro che un giocatore come Insigne, che è un simbolo del Napoli, figlio di questa terra, ha sempre dato tutto per questa maglia. Mi aspetto che viva un finale di stagione importante per salutare la sua squadra.”

-Per quanto riguarda il mancato rinvio della giornata di Serie A“Il COVID è una grande incognita di questo ritorno di campionato, è un incubo che pesa sulle squadre e sull’andamento del torneo. Sappiamo tutti che, ormai, i calendari sono talmente fitti che è un’impresa stoppare un campionato e si cerca di andare avanti il più possibile. Sicuramente le squadre di Serie A hanno un controllo e una tutela superiore rispetto alle serie inferiori, e questo è un dato di fatto, ma i casi di contagio cominciano a diventare veramente tanti. Credo che un calendario meno fitto porterebbe più qualità e maggior interesse.”

ti potrebbe interessare

 Ultimissime    | Calcio, Sport

Per il Napoli allenamento mattutino a Dimaro, prevista una doppia seduta con la squadra all’ordine di Luciano Spalletti

le più lette