Campania in zona bianca, abolito il coprifuoco e dubbio mascherine. Tutte le novità

La Campania oggi è entrata in zona bianca, insieme a Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano. Resta in zona gialla solo la Val d’Aosta. Da oggi, 21 giugno, entrano in vigore alcune novità: la prima restrizione ad essere abolita è il coprifuoco. Non bisognerà più guardare di continuo l’orologio la sera, per rientrare a casa in tempo, dopo mesi di coprifuoco. All’aperto i ristoranti potranno ospitare tavolate senza limitazioni e c’è in dubbio l’utilizzo delle mascherine all’aperto. Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, infatti, ha affermato che le mascherine all’aperto sono indispensabili e resteranno obbligatorie per tutta l’estate, ma il sindaco de Magistris ha sollecitato il Governo ad intervenire per abolirle. Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, resta l’obbligo che allo stesso tavolo ci sia il numero massimo di sei persone, a meno che non siano tutti conviventi. Riaprono parchi tematici e di divertimento, piscine coperte, centri benessere e termali. Riaprono sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò, centri culturali, centri ricreativi, riprendono i corsi di formazione, fiere, congressi e convegni, eventi sportivi aperti al pubblico all’aperto. Possibili le feste private, anche conseguenti le cerimonie civili o religiose, sia all’aperto e al chiuso, ma con la prescrizione che i partecipanti siano muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19. Per quanto riguarda sale da ballo e le discoteche, la riapertura c’è, ma la musica si potrà ascoltare e non ballare.

ti potrebbe interessare