Campania, De Luca: “Troppi positivi per variante aggressiva, dato preoccupante”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

«Oggi su 7.600 tamponi abbiamo 226 positivi. È un dato preoccupante», queste le parole del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella consueta diretta Facebook del venerdì.

«Se noi avessimo un numero di positivi rapportato alla popolazione della Campania su quella italiana – ha spiegato De Luca – dovremmo avere 140 positivi, ne abbiamo invece 226. Di questi, abbiamo 26 sintomatici, un dato per un verso tranquillizzante, ma gli asintomatici contagiano». Secondo De Luca «questo era prevedibile, ma se pensiamo che siamo a luglio e abbiamo 226 positivi quando a luglio dello scorso anno non avevamo praticamente nessun positivo, ci rendiamo conto del pericolo che stiamo correndo. È vero che abbiamo un numero elevato di persone vaccinate, ma è vero anche che abbiamo un 15% sopra i 60 anni che non ha voluto vaccinarsi e abbiamo le varianti. Quindi abbiamo un dato positivo in più rispetto a un anno fa, i vaccinati, ma un dato preoccupante che è rappresentato dalla variante Delta che ha una capacità di contagio e un’aggressività davvero grandissima».

Il Governatore De Luca, però, ha comunicato che la Campania è la prima regione italiana con personale scolastico vaccinato, con dati al 93%. Invita, quindi, chi ancora non è vaccinato, a farlo il prima possibile.

«Coloro che portano la mascherina sul collo appartengono alla categoria dei doppi imbecilli perché si prendono il disagio di portarla ma non si proteggono», così commenta De Luca sulla necessità di indossare la mascherina, secondo un’ordinanza emessa dalla Regione «che non è un pezzo di carta».

De Luca si è rivolto nuovamente alle forze dell’ordine per far rispettare l’ordinanza e multare chi non esegue le disposizioni.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare